Venerdì, 18 Ottobre, 2019

Valentino: "Mi piacerebbe continuare, ma vediamo l'anno prossimo"

Valentino Rossi, MotoGP Yamaha - Foto Bruno Silverii Valentino Rossi ed il futuro: “Deciderò il prossimo anno. Mi piacerebbe continuare”
Cacciopini Corbiniano | 07 Novembre, 2017, 14:12

Senza tuta e senza casco, ma con un elegante giacca nera e dei jeans scuri in perfetto abito a presentatore: si presenta così, un po' a sorpresa, Valentino Rossi al fuori salone di Milano. Deciderò l'anno prossimo dopo qualche gara, se dovessi essere competitivo mi piacerebbe continuare Il trionfo di Hamilton? Parola di Valentino Rossi, che ha parlato a Sky Sport nell'ambito della 75esima edizione dell'Eicma dove la Yamaha ha presentato le proprie novità per il 2018.

Il pilota di Granollers ha spiegato che la KTM ha raggiunto l'obiettivo della top 10 prima del previsto e che quindi l'anno prossimo si potrà puntare anche a risultati ancora più importanti.

Anche una battuta sul neo-campione di Formula 1 Hamilton: "Lo aspetto al ranch, potrebbe venire a dicembre: ci stiamo preparando ad accoglierlo". La gamba è migliorata molto, mi sento abbastanza in forma. "Poi ci saranno due giorni di test martedì e mercoledì per provare cose del futuro e poi in Malesia prima della fine dell'anno".

Infine Rossi è stato interpellato sul momento che vive la Yamaha e sul suo futuro, dato che nel 2018 avrà 39 anni e un contratto in scadenza: "Dopo l'Australia ero molto ottimista, perché avevano trovato delle cose e sarebbe stato importante avere una conferma in Malesia". Poi venti minuti prima della gara ha piovuto e noi sull'acqua siamo un po' in difficoltà invece. Sarà interessante, anche perché Valencia è sempre una pista difficile e ostica.

Sulla corsa al titolo con Andrea Dovizioso pronto a fare lo sgambetto nell'ultimo Gp a Marc Marquez nonostante il ritardo di 21 punti, il campione di Tavullia aggiunge: "È una missione molto difficile, però di solito quando c'è la speranza anche se piccolina, ci credi e ci provi". Dovizioso ha fatto vedere grandi cose in questa stagione e sicuramente proverà a vincere a Valencia. "Speriamo di essere lì con loro". Si decide tutto all'ultima gara e ci sarà una bella tensione.

L'acuto più importante è stato la vittoria di Assen, fin qui l'unica della stagione, mentre probabilmente il punto più basso è stato l'infortunio in allenamento, con la frattura di tibia e perone che gli ha impedito di prendere parte proprio alla gara di Misano.

Altre Notizie