Giovedi, 22 Febbraio, 2018

Elezioni regionali, a Noto affluenza definitiva al 42.7%

Alle 12 ha votato il 10,7 05/11/2017In lieve calo il dato rispetto al 2012 ma in alcuni comuni il rilevamento è parziale. di Domenico Bert
Evangelisti Maggiorino | 06 Novembre, 2017, 04:29

Rilevamento delle ore 19 per le elezioni regionali in Sicilia, dopo l'interpello di tutte le sezioni, il risultato che ne è venuto fuori è il seguente: ha votato il 36,39% degli elettori (1.695.182 su 4.661.111) il calo è pari a 1,27% rispetto alle regionali del 2012 quando aveva votato il 37,66%. La più bassa è a Enna con il 27,23% (30,92%), segue Caltanissetta 29,94% (32,39%). Sono quattro milioni e mezzo i siciliani chiamati alle urne oggi per l'elezione del presidente della Regione e il rinnovo dell'Assemblea regionale siciliana.

Da Roma, il ministro degli Interni, Marco Minniti, ha allertato con una circolare le Prefetture dell'isola invitandolole ad "elevare al massimo la cornice di sicurezza" prestando particolare attenzione "ai momenti più delicati del voto e dello scrutinio dove più spesso si verificano irregolarità".

Alle ore 12 in Sicilia hanno votato il 10,8 percento degli aventi diritto. Un dato in forte calo rispetto alle elezioni regionali del 2012 che videro alle urne il 47,61% di affluenza. Numeri che avrebbero potuto essere certamente più generosi se si fosse evitata la frattura con l'area "a gauche" rappresentata da Claudio Fava, attestato di un 5-8% che pur sommato ai voti renziani non avrebbe portato alla vittoria. Alle scorse regionali il centrodestra prese il 40 per cento, se sommiamo Micciché e Musumeci, salvo poi alle nazionali prendere il 33 per cento.

Il secondo dato, però ci è fornito dagli Exit poll ovvero le stime sulla base delle interviste fatte all'uscita dei seggi. Testa a testa centrodestra-M5s, il Pd concede già la sconfitta in nottata. Il Partito democratico non aspetta i risultati ufficiali per parlare apertamente di sconfitta: "L'andamento degli exit poll conferma una sconfitta tanto netta quanto annunciata", ha detto Matteo Ricci, responsabile Enti locali del Pd.

Non ci crede Fabrizio Micari, il candidato di centrosinistra che vuole rinviare a domani ogni commento "Gli exit poll sappiamo che sono inaffidabili. lasciano il tempo che trovano". La sinistra si è sfilata per far danno a Renzi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.

Altre Notizie