Mercoledì, 23 Settembre, 2020

Orvieto, l'assessore di centrosinistra: "Coi Rom non è servi ozio Adolf"

Orvieto, l'assessore di centrosinistra: Orvieto, l'assessore di centrosinistra: "Coi Rom non è servi ozio Adolf"
Evangelisti Maggiorino | 03 Novembre, 2017, 20:12

Massimo Gnagnarini - questo il suo nome - in risposta a un ristoratore che gli chiedeva di fare qualcosa per evitare che i rom chiedessero l'elemosina nella zona della stazione ferroviaria, evocava i metodi di Adolf Hitler, che i rom li chiudeva nei campi di concentramento.

Quello dei rom è un problema, un problema che a risolverlo "c'aveva provato anche zio Adolf a prendere qualche rimedio, politicamente scorrettissimo, ma non gli è riuscito neanche a lui".

"Si tratta di un grandissimo scivolone che non condivido assolutamente" ha detto il sindaco Germani che nel pomeriggio incontrerà l'intera giunta, tra cui l'assessore Gnagnarini (eletto in una lista civica), per "prendere eventuali decisioni". "A seguito dell'enorme e grottesco riflesso mediatico sviluppatosi intorno a una mia frase su Fb, riferita alla storia della persecuzione nazista verso il popolo Rom da me evocata in una infelice quanto inopportuna forma di spirito nel rispondere ad alcune domande poste da un nostro concittadino - ha sostenuto l'ormai ex assessore nella lettera al sindaco -, desidero sollevare l'amministrazione da ogni conseguenza o imbarazzo che ne possono derivare". "Con estremo rammarico e nella comprensione di un momento delicato per l'amministrazione comunale della nostra città - dicono - siamo consapevoli che le reazioni generate dalle parole dell'assessore Gnagnarini rappresentato un serio elemento di difficoltà e valutazione per il Sindaco, la giunta e la maggioranza". "Ora seriamente ti dico che il fenomeno è pesante e non abbiamo molti strumenti per reprimerlo" ha continuato. La senatrice Francesca Puglisi, presidente della Commissione parlamentare contro il Femminicidio, ha d'altra parte chiesto al sindaco di Orvieto di valutare la posizione del politico.

Lo ha annunciato lo stesso sindaco, Giuseppe Germani, Pd, attraverso una nota diffusa dal Comune.

Massimo Gnagnarini non è certo un esempio di politically correct, infatti non è la prima volta che l'assessore ci lascia andare a commenti poco consoni, per così dire, al suo ruolo.

Altre Notizie