Martedì, 12 Novembre, 2019

Victoria Cabello racconta la malattia di Lyme: "Tre anni da incubo"

Victoria Cabello torna in tv con i Monchhichi dopo tre anni di malattia Victoria Cabello racconta la malattia di Lyme: “Tre anni da incubo”
Deangelis Cassiopea | 03 Novembre, 2017, 02:43

A spiegarlo è stata lei stessa, che in un'intervista rilasciata al 'Corriere della Sera' ha raccontato di aver avuto la malattia di Lyme, un disturbo poco diffuso in Italia che si attacca attraverso il morso delle zecche. Se ne è parlato più spesso quando star del calibro di Bella Hadid e Avril Lavigne ne sono state affette e ne hanno parlato apertamente.

In un viaggio all'estero ho contratto la malattia di Lyme e ho vissuto un calvario che non auguro a nessuno. Del resto sono sempre stata un po' avanti: anche in questo caso sono il primo personaggio pubblico in Italia ad aver sofferto di questa malattia. Una malattia, da cui oggi è completamente guarita, che in Italia è ancora poco conosciuta. (Rai 2, 2011-2013), X Factor (Sky Uno, 2014) e pure una co-conduzione di Sanremo nel 2006; e poi sparita dalla tv per tre lunghi anni.

Dal 3 novembre la Cabello canterà la sigla della nuova stagione dei Monchhichi, le scimmiette cult degli anni Settanta. "A malincuore ho dovuto staccare con tutto", ha spiegato.

Ora Victoria è pronta a tornare al lavoro che ama, ma con una regola in più: "Ho deciso di fare solo le cose che mi divertono". Resto una trend setter. Ho detto subito sì.

'Ha risposto la bambina che c'è in me. E appena ne ho parlato con le amiche, mi hanno iniziato a bombardare di foto, ognuna con il suo pupazzo Monchhichi.

Trentacinque anni dopo la prima messa in onda italiana e la carica dei pupazzetti che le mamme e i papà ricorderanno sicuramente, i Monchhichi tornano in TV con una nuovissima serie animata. La sfida era rivolgermi a un pubblico che non è il mio solito, ma l'ho fatto trattando i bambini non da piccoli ma da persone. Victoria introdurrà le puntate del cartone con dei mini tutorial in cui spiegherà usi e costumi giapponesi, dall'alfabeto al karaoke.

Altre Notizie