Martedì, 12 Novembre, 2019

Papa Francesco, la Santa Messa dei defunti al cimitero americano di Nettuno

Il vescovo Semeraro accoglie Francesco in diocesi nel cimitero americano di Nettuno Papa Francesco, la Santa Messa dei defunti al cimitero americano di Nettuno
Evangelisti Maggiorino | 02 Novembre, 2017, 17:33

Papa Francesco oggi, 2 novembre 2017, in occasione della giornata dedicata alla commemorazione dei defunti celebrerà la Santa Messa al Cimitero americano di Nettuno, dove pregherà per tutti i caduti delle guerre, e poi alle ore 17 si recherà al Sacrario delle Fosse Ardeatine, dove riposano 335 vittime dell'eccidio avvenuto il 24 marzo 1944, dove pregherà per le vittime dell'occupazione tedesca. "Sicuramente quella donna, quella anziana aveva perso dei figli e dei nipotini", il commento del Papa: "Solo aveva la piaga nel cuore e le lacrime". Lacrime come quelle che versavano le donne quando arrivava la posta: "Lei signora ha l'onore che suo marito è stato un eroe della patria...che i suoi figli sono eroi della patria". Preghiamo anche per i morti d'oggi, i morti di guerra, anche i bambini innocenti. "Che il Signore ci dia la grazia di piangere". "Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra - ha ammonito - sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una primavera: e finisce in inverno, brutto, crudele, il regno del terrore, della morte". Lacrime "che oggi l'umanità non deve dimenticare", rimarca Papa Francesco, "l'orgoglio di questa umanità che non ha imparato la lezione e sembra che non voglia impararla".

Nel memoriale di Nettuno, dice Semeraro, che è anche segretario del C9, "Francesco si fermerà in preghiera davanti alla tomba di un caduto anonimo". "Oggi preghiamo per tutti i defunti - l'invito finale del Papa - tutti, ma in modo speciale per questi giovani, in un momento dove tanti muoiono nelle battaglie di ogni giorno, in questa guerra a pezzetti". Dopo la preghiera è stato accolto in sagrestia dal Vescovo di Albano, monsignor Marcello Semeraro, dalla Direttrice del Cimitero, la Signora Melanie Resto, dal Sindaco di Nettuno Angelo Casto, e dal Sindaco di Anzio Luciano Bruschini. Oggi ci sono anche le guerre 'anonime', quelle cui non si vuol dare un nome, ma che sono guerre davvero! Deposti dei fiori, ha poi pregato sulle tombe dei soldati alleati, morti durante una delle battaglie più cruente della seconda guerra mondiale. In questi anni di Pontificato, Papa Francesco ha celebrato la solennità dei defunti presso il Verano a Roma nei primi tre anni, e poi al cimitero di Prima Porta lo scorso anno. Il Cimitero permanente ed il monumento furono completati nel 1956 e corono un'area di 31 ettari.

Altre Notizie