Lunedi, 15 Luglio, 2019

Olgiate, espulso imam: è pericoloso per la sicurezza nazionale

Olgiate, espulso imam: è pericoloso per la sicurezza nazionale Espulso dall'Italia imam kosovaro Predicava «odio» in radio e sul web
Evangelisti Maggiorino | 31 Ottobre, 2017, 19:09

Idriz Idrizovic, cittadino kosovaro di trentanove anni ed imam itinerante in tutta la Lombardia, è stato espulso martedì dall'Italia per "ragioni di sicurezza nazionale". Nella giornata di oggi Iderizovic verrà scortato all'aeroporto di Milano per essere espulso dal territorio italiano; il giudice di pace del Tribunale di Lecco ha convalidato il provvedimento d'espulsione firmato dal ministro dell'Interno Marco Minniti.

Il trentanovenne, residente a Olgiate - nel Lecchese - insieme alla moglie a cinque figli - è stato riconosciuto come una sorta di predicatore di odio in costante contatto con altri imam dalle posizioni integraliste e ultraradicali.

Tra questi Idriz Bilibani, suo connazionale, originario della regione montuosa di Gora, per gli inquirenti "impegnato soprattutto nelle attività di propaganda per la radicalizzazione" e arrestato il nel settembre del 2014 dalla Polizia kosovara poiché coinvolto in attività terroristiche. In tali circostanze, leggeva, traduceva e commentava passi del Corano, nonchè si intratteneva in dibattiti con persone che intervenivano in diretta attraverso Skype o Viber. Dall'attività di collaborazione tra il Ros e la Polizia tedesca è, inoltre, emerso che Idrizovic ha intrattenuto relazioni con la comunità islamica kosovara presente in Germania, nella città di Dortmund.

Idrizovic era giunto in Italia nel 2008 con i propri familiari e fino a giugno di quest'anno aveva ottenuto una stabile attività lavorativa in provincia di Bergamo in qualità di dipendente di una società cooperativa di Milano. Per questo tra l'8 e il 15 dicembre 2016 ha effettuato un viaggio in Germania, dove ha incontrato diversi connazionali e frequentato più centri culturali islamici e moschee a Dortmund ed Hagen.

Altre Notizie