Lunedi, 22 Luglio, 2019

"Rosato ti bruceremo vivo": polemiche per il tweet choc dell'assessore designato M5S

Il futuro assessore M5S è un hater “Rosato, noi ti bruceremo vivo” Sicilia, gli insulti e le minacce dell'assessore designato di Cancelleri
Evangelisti Maggiorino | 31 Ottobre, 2017, 17:20

A scriverlo su Twitter non è il solito hater, ma un aspirante assessore della Regione Sicilia, Angelo Parisi. "Non posso che esprimere la mia più totale solidarietà ai tanti, giornalisti e parlamentari, che in questi mesi sono stati oggetto di attacchi volgari e gravissimi, nella speranza che questi comportamenti rendano evidente non solo l'inaffidabilità ma anche la pericolosità del M5S per la Sicilia e per l'Italia". In difesa di Rosato si sono mossi tutti, da sinistra a destra fino alla Lega Nord, invocando un intervento dei vertici M5s.

Interpellato da LiveSicilia, Parisi ha ammesso di essere l'autore dei commenti in questione rispondendo però di non ricordare quei tweet, che vanno - ha aggiunto - "comunque contestualizzati". Ma un signore a cui il candidato 5 stelle Cancelleri vuole far fare l'assessore ai rifiuti in caso di vittoria. "A ogni modo sono tweet di un privato cittadino, scritti quando non ero assessore designato del M5s. Cosa c'entra il passato col ruolo che dovrei ricoprire?".

"Cancelleri cacci l'assessore hater che vuole bruciare vivo Ettore Rosato". Per il capogruppo del PD alla Camera, si tratta di "violenza e meschinità, seppure sul web": "le elezioni si vincono e si perdono" ricorda, "ma quando si perde la dignità, allora è difficile". Durante la stessa puntata di Di Martedì, nel salotto di Floris siede Massimo Giannini, di Repubblica: "Ecco l'altro cretino di Giannini che dimostra di non saper manco leggere.". Oggi ha scelto di scusarsi pubblicamente in rete: "Quando sbaglio so riconoscerlo, per questo oggi sento di dover chiedere scusa per il mio Tweet". Parisi ha anche replicato a chi lo ha definito un hater: "Non sono un hater, come in queste ore la stampa mi sta definendo, sono un cittadino che ha a cuore la democrazia e le istituzioni, così come ho a cuore la mia terra, quella Sicilia che per troppi anni è stata nelle mani di persone che l'hanno distrutta".

L'assessore designato da Cancelleri per le sue "provate competenze" ha già le idee chiare in quanto a rifiuti, discariche e rinnovabili.

"Quel linguaggio e quei toni non mi appartengono - prosegue Parisi - e mi dispiace essere andato oltre i limiti in un momento. Chi odia è impresentabile tanto quanto chi ruba", scrive su Twitter. "Sono umano e ho sbagliato, ma non permetto a nessuno di strumentalizzare un mio errore per provare ad accostarmi agli impresentabili che affollano le liste di Nello Musumeci, nè di mettere in dubbio la mia correttezza, la mia integrità morale e l'impegno che ho sempre dedicato alla mia Sicilia". Per Stefania Covello (PD), si tratta di minacce "impronunciabili", che fanno dimenticare come "la politica non sia imbarbarimento". "Per questo la mia solidarietà a Ettore ma soprattutto un abbraccio speciale a sua moglie e ai suoi figli".

Altre Notizie