Domenica, 13 Ottobre, 2019

Orrore a Tokyo: 27enne nascondeva in casa 9 cadaveri mutilati

L'Unione Sarda: le notizie in edicola martedì 31 ottobre Tokyo. Nove persone uccise, fatte a pezzi e messe in frigo
Evangelisti Maggiorino | 31 Ottobre, 2017, 15:22

I corpi appartenevano a 8 donne e ad un uomo ed erano tenuti in contenitori refrigerati. A compiere il brutale massacro sarebbe stato Takahiro Shiraishi, il 27 enne che risiede nell'appartemento dove sono stati ritrovati i corpi.

Almeno una delle vittime, una giovane di 23 anni, aveva lanciato un disperato appello su un sito d'incontri tra aspiranti suicidi per trovare qualcuno che facesse con lei il passo estremo.

I due si era scambiati dei messaggi attraverso i social network. I due sarebbero stati visti insieme lunedì sera e la donna potrebbe essere una delle 8 donne uccise. La polizia è giunta a casa del giovane seguendo le indagini sulla scomparsa di una ragazza. In una sequenza dell'orrore, i poliziotti hanno a poco a poco ritrovato in diverse parti della casa pezzi di cadavere umano e infine in una stanza una sega, utilizzata molto probabilmente dal 27enne per sezionare i corpi. Secondo l'agenzia di stampa Jiji, i corpi sono stati decapitati in sala da bagno. I nove omicidi al momento sono stati confessati dall'uomo che avrebbe detto agli inquirenti: "Li ho uccisi e ho lavorato sui corpi per nascondere le prove".

Il Giappone si vanta di un basso tasso di criminalità, tuttavia non è estraneo a crimini violenti di serial killer.

Altre Notizie