Lunedi, 20 Novembre, 2017

Manovra, detrazioni fiscali per i pendolari in arrivo

Bonus mobili Manovra: Mattarella firma, da martedì la discussione in Parlamento
Esposti Saturniano | 30 Ottobre, 2017, 14:35

L'aliquota Iva del 22% aumenta di 2,2 punti dal 2019 e poi di altri 0,7 punti. da 2020 e di un ulteriore 0,1 punti da 2021.

Il Bonus verde è del 36% e fino a 5.000 euro di spesa per chi effettua spese per sistemare il verde di aree come terrazzi, giardini, balconi anche condominiali, anche se con impianti di irrigazione, recupero del verde di giardini di interesse storico.

Il bonus, in base alle nuove disposizioni, sarà pieno per chi ha redditi fino a 24.600 euro, contro i 24.000 attuali, e decrescente fino a 26.600 euro, contro i 26.000 attuali. In particolare, si modifica il testo unico sulle imposte inserendo la possibilità di detrarre dall'imposta lorda il 19 per cento del costo degli abbonamenti trasporti pubblici locali, regionali e interregionali fino a un massimo di 250 euro. Sarebbero così salvi gli 80 euro dei dipendenti pubblici, che con il rinnovo del contratto supererebbero la soglia ad oggi vigente per ricevere il bonus. Come già previsto nelle bozze, nel testo finale non rientrano gli immobili "non residenziali": rimangono quindi esclusi uffici e negozi.

Prorogato anche per il 2018 il blocco dell'aumento delle aliquote e delle addizionali regionali e comunali. Confermata l'istituzione di un fondo da 10 milioni per il 2018, che salgono a 20 per il 2019 e 2020 per la ricostruzione di Casamicciola Terme e Lacco Ameno a Ischia. Il testo finale della Legge di Bilancio "corregge" su questo punto le bozze circolate nei giorni scorsi che prevedevano invece una stabilizzazione a regime di questo meccanismo.

Tra le novità è prevista l'agevolazione per gli accordi di rimborso degli abbonamenti da parte dei datori di lavoro per i dipendenti e i loro familiari, che non entrano a far parte del reddito tassato. Ora invece la norma prevede che si possa applicare "dal 2014 al 2019", con una estensione quindi anche al prossimo biennio. Lo prevede il testo della legge di bilancio in base al quale con decreto del ministro dell'Interno, di concerto con il ministro dell'Economia, sono definiti i criteri e le modalità di riparto del fondo, attribuendo priorità agli enti con popolazione residente fino a 15mila abitanti.

In manovra previsto anche un bonus permanente per l'assunzione di giovani under 30 che, per il solo 2018, vale anche per i contratti stabili a chi non ha ancora compiuto 35 anni: lo sgravio del 50% dei contributi con tetto a 3mila euro per 3 anni, che scendono a 1 solo anno in caso di trasformazione a tempo indeterminato di un contratto di apprendistato. Il bonus è "portabile" senza limiti di età e sale al 100% per l'assunzione dall'alternanza scuola-lavoro. Tra le altre misure, rafforzata la dote del Fondo per la lotta alla povertà, che amplia la platea d'accesso al reddito di inclusione.

E ancora. Agevolazioni per gli interventi di efficienza energetica negli edifici, di ristrutturazione edilizia, per l'acquisto di immobili, detrazione per sistemazione a vedere e cedolare secca ridotta per alloggi a canone corcordato. Scende però dal 65% al 50% il bonus energia per infissi, schermi solari, sostituzione impianti climatizzazione.

Altre Notizie