Venerdì, 24 Novembre, 2017

Perugia, Breda si presenta: "Equilibrio e concretezza"

Perugia Perugia
Machelli Zaccheo | 28 Ottobre, 2017, 13:55

Breda, affiancato all'inizio dal direttore dell'area tecnica Roberto Goretti, nell'incontro odierno ha spiegato ai giornalisti presenti la road map che metterà in atto per far terminare definitivamente la crisi che la squadra ha attraversato nelle ultime cinque giornate. Il match dello Zini cade per lo più nel quarantesimo anniversario della scomparsa di Renato Curi: "Figuriamoci se non sento queste cose - assicura il neo tecnico - L'anima di una squadra è composta da queste tradizioni e da persone che hanno fatto la storia".

"L'AC Perugia Calcio comunica di aver sollevato dall'incarico di allenatore responsabile della prima squadra il sig".

Roberto Breda è il nuovo allenatore del Perugia. "Cercherò di stare il più vicino possibile a questo gruppo che si aspetta delle risposte e voglio che i più esperti siano dei punti di riferimento per gli altri". Quando capita come quest'anno una grande opportunità la cogli al volo, perugia vive il calcio alla vecchia maniera, sono poche le piazze come Salerno e Bari.

Sfida da vincere Breda vuole vincere a tutti i costi la sfida di Perugia: "Perugia l'ho sempre vissuta da avversario, sono passato dal gemellaggio famoso alle guerre puniche e poi da allenatore". C'è sempre stata una grande ammirazione per la piazza, so di non avere grande pedigree, ma non mi interessa cosa pensa la gente di me mi auguro che si ricreda fra qualche mese. Nessuna promessa, solo la grande voglia di fare bene. "L'anno scorso, è stato l'ambiente a spingere la squadra". Adesso credo che sia bisogno di ritrovare ordine. Conta quello che penserà a giugno. Bloccati in infermeria probabilmente per un lungo periodo, troviamo Del Prete e Rosati, mentre Volta, Monaco e Colombatto salteranno la trasferta causa squalifica. Non vince il più bravo, ma chi è piu squadra. Non posso subire gol al terzo minuto della ripresa, l'obiettivo è rimanere in partita perché il gol lo possiamo fare anche al 90'. Abbiamo provato diverse soluzioni, questa squadra più fare tutti i moduli, bisogna trovare equilibrio. Se commetti un errore, non significa che non ti impegni.

Altre Notizie