Lunedi, 20 Novembre, 2017

S&P alza rating Italia: miglioramenti

S&P rialza rating dell'Italia: Pil previsto all'1,3% nel 2017 S&P alza il rating dell'Italia a 'BBB' con outlook stabile
Esposti Saturniano | 28 Ottobre, 2017, 11:39

Standard & Poor's alza rating Italia a 'BBB/A2' da 'BBB/A3', con outlook stabile. Per l'Italia si tratta della prima promozione da parte di una delle principali agenzie internazionali dal 2002. "Se cresce la fiducia possiamo avere più lavoro e più sviluppo". Plaude anche il segretario del Pd, Matteo Renzi. A fronte di una ripresa economica che accelera anche grazie alle riforme e un sistema bancario più solido, l'Italia non è più "sorvegliato speciale": il rating passa quindi a 'BBB/A-2′ da 'BBB-/A-3′.

"Adesso #avanti", scrive su Twitter. "Rivediamo al rialzo il rating dell'Italia per le migliorate prospettive di crescita, sostenute da un aumento degli investimenti e dalla crescita dell'occupazione, ma anche dalla politica monetaria espansiva". S&P ritiene che le riforme compiute negli ultimi due anni dalle autorita' italiane per risolvere le difficolta' del settore finanziario dovrebbero sostenere i miglioramenti eocnomici in corso. Riviste al rialzo le stime di crescita a +1,4% nel 2017 (era previsto +0,9%). S&P potrebbe considerare un'ulteriore revisione al rialzo del rating se il governo continuera' ad implementare riforme strutturali che sostengono le prospettive di crescita economica o se inziera' a ridurre il debito pubblico. Secondo S&P il governo dovrebbe centrare l'obiettivo di un deficit al 2,1% del Pil. "La soluzione delle crisi al Monte dei Paschi di Siena e alle banche venete, ma anche l'accelerazione nello smaltimento dei non performing loan, sostiene il miglioramento dell'outlook economico".

Altre Notizie