Venerdì, 19 Luglio, 2019

Rosatellum, la decisione di Grasso: si dimette da senatore del Pd

Il presidente del Senato Pietro Grasso Il presidente del Senato Pietro Grasso
Evangelisti Maggiorino | 26 Ottobre, 2017, 20:40

L'annuncio del presidente del Senato è contenuto in una nota che però non specifica le sue motivazioni. La decisione matura a seguito di una due giorni concitata in cui il Governo ha ripetutamente posto la questione di fiducia, soprattutto per evitare il voto contrario dei dissidenti e scongiurare il rischio di un ulteriore naufragio. Il presidente del Senato, pur essendo esponente del Partito democratico, aveva comunque espresso delle su alcuni provvedimenti, in particolare quello sullo Ius soli asserendo, dopo lo stop della sottosegretaria Maria Elena Boschi: "Se una legge è giusta va approvata". Questo il commento a caldo del senatore del MoVimento 5 Stelle Vito Crimi che proprio ieri aveva invitato il presidente Grasso a dimettersi. Le mie decisioni personali sono altra cosa. Forse poteva farlo prima.

"Apprendo adesso che Grasso lascia il gruppo del Pd". In questo momento io faccio il presidente del Senato e vado avanti nel mio compito, il senso delle istituzioni obbliga a mettere da parte convincimenti e malesseri. "Oggi è tardivo. Troppo tardivo", ha poi detto ai cronisti.

"E' un fatto politico importante e positivo" ha aggiunto il segretario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni in un tweet. Grasso era considerato vicino a Pierluigi Bersani, che ne aveva caldeggiato la candidatura alle elezioni del 2013.

"Chi serve lo Stato si trova spesso dinanzi a scelte difficili ed è proprio per questo che apprezzo il senso delle istituzioni sempre dimostrato dal Presidente del Senato commenta Roberto Speranza (Mdp) -".

Altre Notizie