Venerdì, 20 Settembre, 2019

Bce lascia tassi invariati

Un rialzo dei tassi costerebbe all'Italia oltre 20 miliardi in tre anni timori per il successore di Draghi Bce lascia tassi invariati
Esposti Saturniano | 26 Ottobre, 2017, 16:06

Restano invece invariati i tassi, su cui le indiscrezioni di un possibile rialzo si sono state smentite. Infine, ha confermato come previsto i tassi di interessi dell'area euro ai minimi storici: zero sulle principali operazioni di rifinanziamento, 0,25 per cento sulle operazioni marginali e meno 0,40 per cento sui depositi parcheggiati dalle banche.

Tassi d'interesse agli attuali livelli per un periodo esteso di tempo e ben oltre l'orizzonte del termine del QE.

Quest'ultima taglia il quantitative easing, gli acquisti di titoli, a 30 miliardi al mese a partire dal prossimo gennaio e fino a settembre. Lo ha comunicato la BCE stessa, sottolineando che continuerà a comprare titoli all'attuale ritmo di 60 miliari di euro al mese, fino a dicembre.

Questa scelta dovrebbe contribuire sia a condizioni di liquidità favorevoli sia a un orientamento di politica monetaria adeguato.

Alle 14.30 è cominciata la conferenza stampa del presidente della Bce, Mario Draghi.

Altre Notizie