Lunedi, 18 Novembre, 2019

Rosatellum 2.0, al via il voto di fiducia in Senato

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE
Evangelisti Maggiorino | 24 Ottobre, 2017, 19:21

L'annuncio è arrivato il ministro per i Rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro durante i lavori dell'Aula sulla nuova legge.

Come previsto, nell'aula del Senato il governo ha posto cinque questioni di fiducia su cinque dei sei articoli del Rosatellum. Il presidente del Senato Pietro Grasso ha inoltre dichiarato che sarà negato il ricorso al voto segreto, richiesto da M5S e Si. Per protestare contro la fiducia sulla legge elettorale, i senatori del gruppo M5s hanno invece indossato delle bende bianche sugli occhi. Per protesta i componenti di Mdp, Sinistra italiana e M5s escono dalla Commissione affari costituzionali, che quindi approva il Rosatellum bis, dando il mandato al relatore, il presidente Salvatore Torrisi, di illustrarlo in aula. Ma l'accordo Pd-Forza Italia-Lega-Ap che ha fatto nascere il Rosatellum 2.0 prevedeva il via libera alla legge prima delle elezioni regionali in Sicilia (magari una settimana prima per lasciare liberi i parlamentari di chiudere la campagna elettorale). Sinistra Italiana, Mdp e Movimento 5Stelle protestano e sostengono sia "gravissima" la decisione di porre la questione di fiducia anche al Senato, soprattutto in seguito alla bagarre scatenatasi poche settimane fa a Montecitorio. In teoria l'unico rischio da evitare sarebbe quello della mancanza del numero legale. Dunque, la partita si giocherà tutto sull'equilibrio tra assenze - giustificate e non - e presenze. Luigi Di Maio incalza: "E' una legge elettorale contro di noi, ma non potranno fermare il corso della storia".

Altre Notizie