Giovedi, 18 Luglio, 2019

Referendum sull'autonomia: quorum superato, ha vinto il Si. E adesso?

Referendum Autonomia Veneto, il giorno del voto: la diretta AUTONOMIA ALL'ITALIANA - Seggi aperti in Lombardia e Veneto per il referendum
Evangelisti Maggiorino | 24 Ottobre, 2017, 17:28

Al contrario dell'Emilia Romagna che dovrebbe farcela, c'è il rischio che Lombardia e Veneto debbano aspettare il nuovo Parlamento.

Se facciamo una analisi degli schieramenti sul voto referendario in Lombardia, troviamo, con l'eccezione delle dichiarazioni della componente lombarda di Forza Italia e di Fratelli d'Italia ed in ultimo, anche di Berlusconi, un enorme schieramento astensionista. "Penso che con questa elezione - ha detto Zaia - si dimostri che non esiste il 'partito dell'autonomia', ma esistono i veneti che si esprimono a favore di questo concetto". Per quanto riguarda il programma post-voto, la linea è altrettanto definita e sarà esaurientemente riportata nel contratto che il Veneto sottoporrà all'attenzione del premier Gentiloni per chiedere maggiore autonomia: "Noi chiediamo tutte le 23 materie, e i nove decimi delle tasse..."

Per votare bisogna recarsi nel seggio indicato sulla tessera elettorale, dove basta presentare un valido documento di identità.

"Il sistema è sicuro, e non consente intrusioni - ha dichiarato ancora il governatore lombardo - Il primo risultato storico che abbiamo raggiunto è che abbiamo sperimentato il voto elettronico".

In Lombardia il quesito è: "Volete voi che la Regione Lombardia, in considerazione della sua specialità, nel quadro dell'unità nazionale, intraprenda le iniziative istituzionali necessarie per richiedere allo Stato l'attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con le relative risorse, ai sensi e per gli effetti di cui all'articolo 116, terzo comma, della Costituzione e con riferimento a ogni materia legislativa per cui tale procedimento sia ammesso in base all'articolo richiamato?". Ma la spinta autonomista partirà dal Veneto e dal suo governatore. In caso di errore, l'elettore avrà la possibilità di modificare la scelta, ma solo una volta. Si sono registrate alcune criticità tecniche nella fase di riversamento dei dati delle rimanenti voting machine. A vigilare sul loro funzionamento sono previsti 6.700 "assistenti digitali" incaricati dalla Smartmatic, la società olandese che ha vinto il bando regionale per l'e-voting.

I referendum non sono vincolanti. L'intesa tra lo Stato e la Regione interessata dovrà poi concretizzarsi in una proposta di legge che dovrà essere approvata a maggioranza assoluta da entrambe le Camere.

No. Potranno tuttavia ottenere maggiori trasferimenti in funzione delle nuove competenze ottenute.

Altre Notizie