Mercoledì, 17 Luglio, 2019

Ma via il blocco per Euro 5

Pioggia e vento ancora non bastano. Milano e Torino Pioggia e vento ancora non bastano. Milano e Torino "prigioniere" dello smog
Evangelisti Maggiorino | 24 Ottobre, 2017, 02:20

Milano - Blocco traffico a Milano da martedì scatta il secondo livello. Tutti col naso all'insù a scrutare oltre la coperta grigia che da qualche giorno nasconde il cielo, sperando che davvero la pioggia e il vento di oggi si manifestino con sufficiente vigore per alleggerire la coltre di smog e polveri che soffoca le grandi città. Ecco cosa cambia rispetto alle misure di primo livello precedentemente attive: il divieto di circolazione viene esteso alle autovetture diesel commerciali fino alla classe emissiva Euro 4 compresa, dalle 8.30 alle 12.30. Mentre per i veicoli trasporto cose Euro 4 diesel lo stop sarà dalle 8.30 alle 12.30.

La fase di emergenza comporta inoltre il divieto assoluto di combustioni all'aperto di qualsiasi tipologia (falò, barbecue, fuochi d'artificio, ecc.), il divieto di spandimento di liquami zootecnici e di utilizzo di generatori domestici di calore alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianti di riscaldamento alternativo), aventi prestazioni energetiche ed emissive non in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle. In particolare misure di primo livello sono state decise per Bologna, Imola e per i Comuni dell'agglomerato (Argelato, Calderara, Casalecchio, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell'Emilia, Ozzano dell'Emilia, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa) dove sono stati rilevati sforamenti dei livelli di PM10 per 10 giorni consecutivi.

Le nuove misure stabiliscono che dal lunedì alla domenica compresa, dalle 8:30 alle 18:30, è vietata la circolazione ai veicoli per il trasporto persone e alimentati a gasolio fino alla classe 4 inclusa (tutti gli Euro 4 compresi). E' obbligatorio ridurre di un grado centigrado la temperatura all'interno delle abitazioni.

Altre Notizie