Venerdì, 24 Novembre, 2017

Palermo, all'Ismett la chirurgia del futuro: tumore asportato senza bisturi

Palermo, all'Ismett la chirurgia del futuro: tumore asportato senza bisturi Italia pioniera: tumore asportato senza chirurgia per la prima volta al mondo
Machelli Zaccheo | 18 Ottobre, 2017, 14:49

E' la prima volta al mondo, come accennato in apertura, che un tumore sottomucoso dello stomaco, ovvero che si genera negli strati più profondi, viene interamente asportato senza l'impiego della chirurgia tradizionale, ma soltanto grazie a una procedura endoscopica. L'operazione è stata effettuata al IRCCS ISMETT siciliano e rappresenta una grande novità per il settore. 'Fino ad oggi questo tipo d'intervento è stato sempre eseguito solo per via chirurgica. L'intervento è stato possibile grazie al nuovo sistema di sutura endoscopica che permette di "ricucire" il foro effettuato durante la procedura. "La letteratura scientifica riporta pochi tentativi di approccio endoscopico, solo in Cina alcuni interventi analoghi sono stati portati a termine ma con tecniche di sutura obsolete". Ciò ha però creato una voluminosa perforazione allo stomaco finora non gestibile endoscopicamente. E' la prima volta al mondo che si utilizza tale tecnica.

"E' da anni che aspettiamo uno strumento endoscopico efficace per suturare la parete intestinale dall'interno" ammette il dottor Antonino Granata, che ha realizzato l'innovativo intervento con la collaborazione del dottor Mario Traina. Quanto alla paziente, sappiamo che è stata in grado di muoversi subito dopo il risveglio dall'anestesia, ha mangiato già dopo 48 ore e ha lasciato l'ospedale tre giorni dopo l'intervento.

Altre Notizie