Martedì, 19 Giugno, 2018

Poletti: "Manovra sara' di 20 miliardi, al centro occupazione giovani"

Economia                  Consiglio dei ministri oggi il giorno della Manovra fiscale. Le principali misure Economia Consiglio dei ministri oggi il giorno della Manovra fiscale. Le principali misure
Esposti Saturniano | 16 Ottobre, 2017, 17:18

Una buona parte delle risorse disponibili (al netto dei 15,7 miliardi necessari per sterilizzare le clausole di salvaguardia sull'Iva) saranno destinate a finanziare il taglio del cuneo fiscale per le assunzioni di giovani. Prevista inoltre l'assunzione di oltre 1.500 ricercatori Università. Priorita', dice, le misure per l'occupazione dei giovani, gli incentivi per le aziende 4.0, le misure per la lotta alla poverta' per il quale il governo "prevede un incremento del fondo con l'allargamento della platea dei cittadini over 55". Lo ha sottolineato il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, dopo l'approvazione della legge di Bilancio a palazzo Chigi.

Sull'aspettativa di vita "il Governo non ha maturato ancora alcuna decisione".

"Mesi fa si parlava in rapporto a questa sessione di bilancio di lacrime e sangue, di una situazione che non si sapeva come sarebbe stato possibile affrontare, abbiamo io credo invece una manovra snella, utile per la nostra economia". "Il nostro primo obiettivo era quello di evitare aumenti dell'Iva e l'introduzione di nuove tasse, gabelle, accise, obiettivo che abbiamo raggiunto, impegno che è stato mantenuto" ha aggiunto il premier, che ha spiegato come il "secondo obiettivo resta quello di promuovere il lavoro". Sì al rinnovo dei contratti degli statali, una "risposta" ai sindacati. Le risorse "sono limitate ma ben indirizzate" e quindi porteranno "più crescita", non solo "sostenibile e robusta, ma inclusiva perché mobilità risorse per le fasce di popolazione e le aree del Paese che più ne hanno bisogno". Lo sgravio sarà del 100% per le imprese del Sud. Per "aggredire lo zoccolo duro della disoccupazione dei giovani" con la manovra arriva "una decontribuzione importante, che in una prima fase riguarderà i giovani fino a 34 anni, riducendo poi negli anni successivi l'età in cui si può fruire della misura" ha confermato il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. Per quanto riguarda la fatturazione elettronica tra privati, la cosa è rimandata al 2019.

"Ci muoviamo all'interno delle linee della nota di variazione al Def", avrebbe detto il ministro. La riduzione del superticket e l'anticipo dell'età pensionabile (rispetto al timing stabilito dalla riforma Fornero), misure auspicate da Mdp, non hanno trovato posto nella legge di bilancio approvata dal Consiglio dei ministri. "Siamo preoccupati", ha detto Susana Camusso.

Altre Notizie