Domenica, 20 Ottobre, 2019

Asia Argento, nuove rivelazioni shock: abusi da regista italiano, i dettagli

Asia Argento querela Libero Asia Argento: «dito medio a chi mi chiama tr…»
Deangelis Cassiopea | 15 Ottobre, 2017, 23:55

"Se avessi detto vent'anni fa quello che ho detto oggi, probabilmente non mi sarei più ripresa".

Asia Argento ha confessato di essere stata stuprata dal noto produttore e di non averne parlato per molti anni perchè era giovane e spaventata dal fatto: "Solo in Italia vengo considerata colpevole del mio stupro perché non ne parlai quando avevo 21 anni ed ero terrorizzata. L'attrice partecipa alla campagna #quellavoltache lanciata su Twitter dalla scrittrice e blogger Giulia Blasi e scrive "#quellavoltache un regista/attore italiano tirò fuori il suo pene quando avevo 16 anni nella sue roulotte mentre parlavamo del "personaggio"'. "Un tempo io ci tenevo tantissimo alla mia carriera", ammette, ormai senza vergogna.

"La scorsa settimana si era parlato di una probabile esclusione dello stadio di San Siro dal calendario dei concerti dell'artista emiliano, mentre di recente sono emerse nuove indiscrezioni inerenti la possibile "#data zero" del tour, una sorta di prova generale in cui verrebbero provate non solo le canzoni, ma anche l'intera scaletta e le luci dello show. "Ora - ha concluso - questi uomini, questi mostri, dovranno avere paura così come noi, ogni volta che li abbiamo incontrati, che siamo rimaste da sole con loro, ne abbiamo avuta". Mi sono messa in gioco in prima persona e ho fatto in modo che anche altre donne potessero parlare. "Gli stupri di Weinstein - ha rivelato l'attrice intervista da La Stampa - furono due".

Non solo: l'attrice racconta anche che un altro regista, questa volta americano e "con il complesso di Napoleone" le diede la droga dello stupro e la violentò mentre era incosciente. A condurla da Weinstein sarebbe stato l'italiano Fabrizio Lombardo, all'epoca a capo di Miramax Italia: lui nega, ma l'attrice figlia di Dario Argento ribadisce alla Stampa le accuse contro Lombardo, chiamandolo "bugiardo" e ribadisce di aver cercato inutilmente di dire "no" a Weinstein, definendolo "un orco". Intanto Weinstein dopo essere stato licenziato in tronco, ripudiato dalla moglie e dal fratello, cacciato dal club degli Oscar, ora anche Emmanuel Macron ha ordinato di ritirargli la Legion d'Onore, la più prestigiosa decorazione di Francia.

Asia Argento: "Voi che mi chiamate troia, vergognatevi!" Ovviamente ho sempre detto no", dice ancora Argento che quanto agli attacchi sui social a sua figlia per aver denunciato la violenza solo dopo anni afferma: "Di questo preferisco non parlare. E' un orco, mi ha mangiata. "È la fine di un'era terribile, ha commentato Mia Farrow, che si è detta orgogliosa della decisione dell'Academy di sospendere a vita Weinstein: "Harvey è fuori. Ora è diventato il duecentesimo e il suo potere e la sua influenza si sono sensibilmente ridotti", spiega l'attrice e regista". "Non c'è bisogno di legare le donne, come dice qualcuno, perché ci sia violenza". Sono stata la prima a farlo. Adesso che i rubinetti sono aperti, altri nomi potrebbero finire sotto i riflettori.

Altre Notizie