Martedì, 12 Dicembre, 2017

Prevenzione. Al via campagna su rischi terremoto e alluvioni

“Io non rischio”: Borrelli (Protezione civile), “la prevenzione deve vivere quotidianamente nelle nostre abitudini” Protezione Civile: a Piazza Cavour la giornata nazionale di “Io non rischio”
Evangelisti Maggiorino | 15 Ottobre, 2017, 18:39

Bari - Al via, anche a Bari, la campagna informativa 'Io non rischio' che definisce cosa fare in caso di terremoti e calamità naturali. A spiegarlo sono i volontari delle diverse associazioni di soccorso, che per l'intera giornata saranno in piazza per illustrare ai cittadini le buone pratiche di protezione civile.

Presente in Calabria anche il capo della Protezione civile Angelo Borrelli, che ha incontrato i volontari e le volontarie della Protezione civile calabrese nonchè il direttore regionale Carlo Tansi.

I volontari della Protezione Civile in piazza, insieme alle Istituzioni e al mondo scientifico, per diffondere la cultura della prevenzione. Oltre al punto informativo, quest'anno i volontari delle associazioni Prociv Arci di Mesoraca, Petilia Policastro e Isola di Capo Rizzuto hanno promosso una particolare iniziativa consistita in una passeggiata su corso Vittorio Veneto con i ragazzi non vedenti della provincia di Crotone e Cosenza, e con i ragazzi ospiti nei centri di seconda accoglienza Sprar del Crotonese.

La campagna 'Io non rischio' è promossa e realizzata dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas, Ingv, Consorzio della rete dei laboratori universitari di ingegneria sismica, in accordo con le Regioni e i Comuni interessati. "Questo è un passo imprescindibile per iniziare a ricostruire la comunità e strutturare percorsi di rinascita e ritorno dei cittadini, dei turisti e dell'economia locale nelle aree colpite". È un momento formativo a quale hanno dato il loro contributo centinaia di uomini e donne del volontariato di Protezione civile.

"Quella di oggi è una giornata importante cui stanno partecipando decine di migliaia di persone in tutta Italia, che si informano per conoscere i rischi che affliggono i territori e come affrontarli".

Altre Notizie