Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Napoli. Ruba caramelle nel supermercato in cui lavora: è stato licenziato

Ruba caramelle sul lavoro la Cassazione Ruba caramelle sul lavoro la Cassazione"Giusto il licenziamento Oggi alle 18:36- ultimo
Evangelisti Maggiorino | 13 Ottobre, 2017, 14:52

Quelle caramelle valevano all'incirca dieci euro, o forse meno.

Per quanto riguarda, a seguire, il motivo di doglianza relativo all'asserito mancato accertamento, in modo incontrovertibile, che i fatti fossero addebitabili al ricorrente, la Cassazione ne ha giudicato l'inammissibilità.

L'uomo aveva cercato di giustificarsi dando la colpa al capo che, secondo lui, lo aveva incastrato proprio per licenziarlo. Ma il giudice non aveva trovato prove per tali accuse e aveva confermato il licenziamento. La decisione è stata poi convalidata dalla Corte d'appello di Napoli e infine dalla Cassazione. Il dipendente, infatti, lamentava la sproporzione del provvedimento rispetto al valore della merce rubata, di appena 9 euro e ottanta centesimi.

Anche la Cassazione, però, ha dato ragione al supermercato, ritenendo che "il comportamento fraudolento" avesse minato il rapporto di fiducia tra il dipendente e l'azienda. Gli ermellini hanno condiviso il giudizio di "gravità della condotta contestata e proporzionalità della sanzione espulsiva". L'ex dipendente è stato condannato anche a pagare le spese di giudizio in Cassazione, per oltre 3.500 euro.

Altre Notizie