Mercoledì, 18 Ottobre, 2017

Cile, è esodo dopo l'eliminazione: via Pizzi, Vidal e Medel

Qualificazioni Russia 2018- Clamoroso Cile 3-0 in Brasile e niente mondiale Russia 2018: Il Brasile c'è ma manda fuori il Cile.
Cacciopini Corbiniano | 13 Ottobre, 2017, 13:33

Il Cile nella sua massima espressione era Jorge Sampaoli, sì proprio l'allenatore che si è giocato la qualificazione all'ultima giornata con una rosa che comprende Messi, Dybala e Higuain. Il commissario tecnico Pizzi, artefice del successo nella Copa America Centenario del 2016, ha inevitabilmente rassegnato le dimissioni, e a seguirlo sono stati alcuni dei giocatori più rappresentativi. Grazie al mio capitan America per tutto quello che ho vissuto. L'ex centrocampista della Juventus, ora del Bayern, affida a Twitter le sue considerazioni dopo l'esclusione dal Mondiale: "Grazie di tutto ragazzi, grazie per tutti questi anni passati insieme a mettere anima e corpo in ogni partita, grazie per avermi insegnato e per aver insegnato a un intero Paese che con il sacrificio e il lavoro nella vita tutto e' possibile".

Arturo Vidal, uno di quei calciatori che hanno tanta birra in corpo. "Ma non preoccupatevi, sono sempre più vicino a lasciare". Né di una generazione, né di questa squadra, né ancor meno è la fine dei nostri sogni. "Quando si indossa la maglia della Nazionale bisogna essere professionisti, invece io so che molti di loro facevano festini e si presentavano ubriachi agli allenamenti". Il Cile è una squadra di guerrieri e mi sento orgoglioso di far parte di questo gruppo. Purtroppo il Cile è stato tradito anche dai suoi giocatori, come Vargas, bidone nei club, fenomeno in nazionale; ma anche Alexis Sanchez che quando è in nazionale sembra sempre poco concentrato e pensa già a Manchester.

Altre Notizie