Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Pellegrini: "Napoli? Scontro diretto per i primi posti. Sabato sono a disposizione"

Lorenzo Pellegrini Roma Getty Images
Cacciopini Corbiniano | 12 Ottobre, 2017, 18:40

La Roma, in vista della partita contro il Napoli che si giocherà sabato sera all'Olimpico, ha svolto una seduta di allenamento mattutina, iniziata in sala video. Sono date che si ricordano per tutta la vita. Poi mi è sempre piaciuto Ronalindho.

Scendiamo in campo con delle certezze precise, siamo una squadra e un bel gruppo. Abbiamo lavorato molto bene questi giorni, da oggi sono rientrato con il gruppo, il dolore è sparito e sarò a disposizione per sabato, sono contento perché era questo l'obbiettivo. Speriamo. Mi piacerebbe segnare all'Olimpico, casa nostra. Dispiaciuto "per aver saltato la Nazionale, ma era impossibile recuperare", Pellegrini aspetta i playoff di novembre ("ci sto già pensando") e sogna di andare in Russia con De Rossi e Florenzi: "Tre romani al Mondiale?" Roma? Qui ci sono cresciuto e continuo a farlo. Quella di sabato sarà una partita importante contro una squadra che sta facendo benissimo, sarà uno scontro diretto. "Abbiamo fatto un buon inizio di stagione noi, lo ha fatto anche il Napoli, per i primi posti sarà una sfida importante". Dobbiamo continuare così per vincere col Napoli e per affrontare al meglio la gara di Champions con Chelsea. Se c'è un consiglio di De Rossi che mi è rimasto impresso? Poi ho avuto continuità, sentivo che andava sempre meglio e il gol è sempre una cosa eccezionale per tutti i calciatori. Se sono qui è semplicemente perché non ho mai smesso di lavorare, e cercare di fare meglio. "Nel calcio si continua sempre a lavorare e crescere perché conta sempre quello che fai e non quello che hai fatto". Lui è stato molto importante per la mia crescita. "Il mister da subito è stato importantissimo, mi ha aiutato molto a farmi capire questo tipo di mentalità, questo modo di ragionare, cercando di farmi capire che non bisogna mai accontentarsi".

"Sicuramente quando ero piccolino, quando ancora non sapevo bene il mio ruolo, non avevo un giocatore a cui mi ispiravo". Con Daniele ci capita spesso di parlare, a volte mi consiglia di non andare con troppa fretta in avanti. Saremo tutti davanti alla tv per i sorteggi e tutti penseremo a questa doppia sfida. Le misure di sicurezza però sono importanti: più di 600 steward, oltre mille agenti, controlli fin dai caselli autostradali e nelle stazioni, percorsi diversi per arrivare allo stadio e aree di sosta dedicate solo ai sostenitori del Napoli. "Sarebbe una cosa più unica che rara, sarebbe stupendo riuscire ad esserci con Ale e Daniele, due persone fantastiche".

Altre Notizie