Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Lidl cancella le croci dalla chiesa, il sindaco di Dolceacqua si infuria

Cancellate le croci dalle foto alla Lidl di Camporosso: Lidl, via le croci dalle chiese dei manifesti per non urtare la sensibilità religiosa: è bufera
Esposti Saturniano | 12 Ottobre, 2017, 12:05

"Se non volete le croci, piuttosto mettete il castello Doria" ha dichiarato il primo cittadino, che ha aggiunto che se il poster non sarà sostituito si rivolgerà a un legale, per difendere l'immagine della città. L'iniziativa ha fatto arrabbiare il sindaco che ha scritto all'azienda chiedendo di cambiare le immagini con quelle originali. "E' stata un'azione volontaria quella di far sparire le croci". Più che design si tratta di una colpo di spugna. "Altro che politicamente corretto".

Le due croci della chiesa di Sant'Antonio Abate di Dolceacqua, cittadina vicino a Imperia, sono sparite. "Scriveremo alla leader di Afd Alice Weidel per sapere se anche in Germania la Lidl applichi la stessa strategia". L'immagine di Dolceacqua risale al 2005 ed è stata acquistata da un database fotografico. "Come già comunicato al sindaco, l'immagine verrà rimossa e sostituita immediatamente". Non è la prima volta che Lidl sceglie di rimuovere le croci dalle chiese sulle foto panoramiche presenti negli store: polemiche di questo genere erano già sorte in Grecia, in Belgio e nella Repubblica Ceca. "Anche in quel caso è stato un errore" dice l'ufficio stampa di Lidl. È una scelta che ci insulta e offende: "speriamo che tutti i cristiani facciano sentire forte la loro indignazione e non entrino più in un supermercato Lidl #boicottaLidl".

Altre Notizie