Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Universiadi 2019 a Napoli. Malagò: "Ci mettiamo la faccia"

[SN] – CONI, Malagò: “Roma-Napoli senza tifosi campani motivo di amarezza. Squadra favorita? Partita da tripla” Ecco le Universiadi 2019 in programma a Napoli. Vincenzo De Luca: “Colmeremo vuoto lasciato da Olimpiadi Roma
Cacciopini Corbiniano | 12 Ottobre, 2017, 00:25

L'evento è stato presentato questa mattina nel Salone d'Onore del Coni a Roma. Lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò, a margine della presentazione della 30/a edizione delle Universiadi estive, che si terranno a Napoli nel 2019.

"Le Universiadi di Napoli e della Campania 2019 sono un evento importante per il Paese in cui hanno fortemente creduto governo e Regione". C'è anche una grande urgenza per quanto riguarda la ristrutturazione degli impianti, ma non è compito del Coni costruire. Al tavolo il ministro Luca Lotti, il presidente della Regione De Luca, il presidente dell'Aru Raimondo Pasquino, il rettore Gaetano Manfredi, il presidente del Cusi Lentini e, in rappresentanza del Comune di Napoli, l'assessore allo Sport Ciro Borriello. "Inoltre, la presenza del Segretario Generarle Fabbricini nel board è una garanzia".

"Parlo di Marco Tardelli, uomo di sport e persona pulita che sarà il nostro referente e coordinatore della parte sportiva". "Da oggi insieme dovremo remate per far fare bella figura a Napoli, alla Campania, all'Italia e al mondo sportivo". Abbiamo, però, accettato la sfida che vale 270 milioni. De Luca dunque lancia la sfida dei tempi: inizieremo i lavori tra sei mesi, "quelli che servono per i bandi poi avremo un anno per concluderli bisognerà lavorare anche di notte, ci aspettiamo dalle Universiadi un ritorno di immagine. Tardelli poi ci hai fatto godere, è il simbolo di un'Italia che vince e questo ci incoraggia". Molto soddisfatto il governatore Vincenzo De Luca: "È stata una scelta non facile aggiungere ai problemi della Campania quelli delle Universiadi".

Ecco alcune sue dichiarazioni: "Roma-Napoli senza tifosi campani è motivo di amarezza ma noi ci affidiamo a ciò che arriva da parte di chi si occupa dell'ordine pubblico. Perchè in questo Paese è sempre stato un successo l'organizzazione degli eventi sportivi". "Vogliamo dimostrare al mondo che l'Italia è in grado di organizzare grandi eventi e anche le Universiadi testimoniano tutto questo: vogliamo investire in grandi eventi sportivi, vale per Cortina 2021, la Ryder Cup e i mondiali di pallavolo e vale anche per le Universiadi". "Lo sport, infatti, educa, aiuta e insegna a rispettare il compagno e l'avversario", ha concluso il ministro dello sport.

Altre Notizie