Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Lecce- Il Tar accoglie il ricorso del centrodestra, Salvemini senza maggioranza

Comune Lecce, reintegro esclusi c.destra Lecce, il premio di maggioranza contestato: il primo round al centrodestra
Evangelisti Maggiorino | 11 Ottobre, 2017, 21:51

Il Tar di Lecce ha accolto i ricorsi contro il provvedimento dell'ufficio elettorale centrale che aveva attribuito il premio di maggioranza al sindaco del centrosinistra Carlo Salvemini, nonostante le liste del centrodestra, guidato da Mauro Giliberti, avessero ottenuto al primo turno oltre il 50 per cento dei voti validi.

Domani saranno rese note le motivazioni del dispositivo. Il Tar di Lecce ha annullato i verbali di proclamazione degli eletti e u fatto, annulla l'attribuzione del premio di maggioranza, che era stata appannaggio della coalizione guudata dal sindaco. Ora, per Carlo Salvemini e i suoi c'è la possibilità del Consiglio di Stato.

Tutti ora attendono la voce della giustizia amministrativa che potrebbe ridisegnare gli equilibri in Consiglio Comunale. Poi un breve passaggio di Luigi Mariano, patrocinatore di un ricorso per conto dell'ex consigliera Francesca Mariano, candidata ma non rieleggibile nemmeno con una decisione favorevole ai centrodestra.

La questione riguarda l'interpretazione della legge elettorale per i comuni e più precisamente dell'articolo 73 del Testo Unico per gli Enti Locali nel riferimento ai voti validi: secondo i ricorrenti la base di calcolo (il divisore) in rapporto al quale si calcola il risultato (dividendo) di una lista o coalizione a sostegno di un candidato è determinato dalla somma delle preferenze ottenute da tutti i candidati alla carica di primo cittadino.

"All'udienza di oggi ho assistito all'eccellente lavoro del nostro pool di avvocati che hanno lavorato molto bene". Noi mettiamo Lecce e i leccesi al primo posto.

Altre Notizie