Sabato, 21 Ottobre, 2017

Protezione civile, appuntamento agli Orsi

Esercitazione scuola Dragonara 450 bambini docenti e personale coinvolti nello ‘scenario’ delle operazioni
Evangelisti Maggiorino | 11 Ottobre, 2017, 10:34

Per un giorno il volontariato si trasformerà in uno strumento di comunicazione delle buone pratiche di protezione civile stimolando il ruolo attivo dei cittadini che scenderanno in piazza per incontrare i volontari Io non rischio, confrontarsi e mettersi in gioco durante le iniziative sulla conoscenza del territorio che arricchiranno le diverse piazze.

Ventisei le associazioni di volontariato di protezione civile che hanno aderito all'evento, che si svolgerà a Piazza Mazzini, il 14 Ottobre, con gazebo fino a Piazza Portanova, e contemporaneamente nelle piazze dei capoluoghi di provincia.

Il cuore dell'iniziativa - giunta quest'anno alla settima edizione - è il momento dell'incontro in piazza tra i volontari formati e la cittadinanza.

Sabato 14 ottobre, in contemporanea con le piazze delle altre città in tutta Italia, dalle 09.00 alle 18.00 anche TERAMO partecipa alla campagna "Io non rischio".

In occasione della presentazione abbiamo simbolicamente consegnato al Nucleo Volontari Protezione Civile Comune di Salerno il mezzo antincendio fornito dalla Regione Campania ed un encomio ai volontari per l'opera svolta in occasione degli sbarchi di migranti nel porto di Salerno: "un riconoscimento ed un ringraziamento assolutamente sentiti, perché la Protezione Civile ha svolto una funzione encomiabile ed imprenscindibile in occasione degli sbarchi nel porto di Salerno e lo ha fatto con umanità e competenza".

Io non rischio 2017 è speciale: la campagna si arricchisce rispetto al passato di eventi legati alla conoscenza dei luoghi e dei rischi realmente presenti sul territorio, attraverso passeggiate urbane sulle tracce dei rischi, caccia al tesoro, eventi sportivi.

I cittadini saranno invitati a recarsi nei punti informativi dislocati nelle piazze e collegati da che saranno collegati da un percorso di "trekking urbano".

APPUNTAMENTO - L'edizione 2017 coinvolge volontari e volontarie appartenenti a oltre 700 realtà associative, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d'Italia.

Tutte le informazioni sull'iniziativa, e sul programma previsto per sabato 14 ottobre, sono disponibili anche sul sito della Protezione Civile dedicato al progetto "Io non rischio". L'inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, Ogs (Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale), AiPo (Agenzia Interregionale per il fiume Po), Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi (Istituto di ricerca per la protezione idro-geologica).

Altre Notizie