Sabato, 21 Ottobre, 2017

Venezuela: rilasciati i tre giornalisti arrestati dalla polizia

Giornalista Roberto Di Matteo arrestato in Venezuela Venezuela, arrestati tre giornalisti: c'è anche un italiano
Evangelisti Maggiorino | 11 Ottobre, 2017, 03:22

La notizia è stata immediatamente diffusa dal sindacato nazionale dei giornalisti il sindicato National de trabajadores de la Prensa.

L'italiano fermato si chiama Roberto Di Matteo, di Bari - a quanto si apprende - mentre gli altri due sono lo svizzero Filippo Rossi ed il venezuelano Jesus Medina.

Roma - Tre giornalisti, tra cui un italiano, sono stati fermati in Venezuela mentre conducevano un'inchiesta sulle carceri nello Stato di Aragua. La Farnesina si è subito messa al lavoro e da Sannicandro, paese di origine della famiglia, diversi sono stati gli appelli per liberare il 37 enne. Di Matteo voleva realizzare un'inchiesta sul penitenziario dello Stato venezuelano di Aragua, dove la violenza è quotidiana e il controllo delle guardie carcerarie scarso. Nelle ore successive al fermo l'Sntp aveva quindi chiesto alle autorità di fornire "informazioni reali" sui tre fermati e di "garantire la vita, la libertà e l'integrità dei giornalisti detenuti". Anche perché il regime del presidente Nicola Maduro non è tenero con i media e nell'ultimo anno - ha denunciato la Sociedad Interamericana de Prensa (SIP) - intimidazioni e arresti arbitrari contro i giornalisti sono aumentati.

L'appello è stato fatto proprio anche da altre organizzazioni.

Roberto Di Matteo, il giornalista italiano arrestato in Venezuela è stato rilasciato dalle autorità.

Il ministro degli Esteri Angelino Alfano ha così commentato: "Abbiamo seguito la vicenda tramite la nostra ambasciata ed il nostro consolato generale a Caracas con la massima attenzione e per noi questa è una buona notizia". Secondo il sindacato venezuelano dei giornalisti, l'accusa a loro carico era di aver portato materiale audiovisivo nel carcere senza autorizzazione. "Qui - aggiunge il papà del cronista - siamo tutti felici per la notizia e speriamo stia rientrando anche perché ora dovrebbe stare attento a ogni minima mossa".

Altre Notizie