Martedì, 22 Ottobre, 2019

Ferrari, arriva la notizia ufficiale sul cambio di Vettel!

F1, Ferrari velocissima ma fragile: così sta perdendo il mondiale Formula 1, Ferrari: il cambio di Vettel è stato spedito a Maranello
Deangelis Cassiopea | 06 Ottobre, 2017, 10:58

"Mi rimane una possibilità e voglio essere sicuro di potermela giocare - ha spiegato il tedesco -". I 34 punti tra lui e Lewis Hamilton sono ricucibili, un margine che fa sperare ancora il ferrarista e che non fa stare troppo tranquillo il tre volte campione del mondo della Mercedes invece.

La sessione si è poi conclusa sotto la pioggia, che ha continuato a cadere durante le seconde prove libere ed è prevista anche per la giornata di sabato. Oggi per esempio, quando è finito contro un altro pilota. Concetti del genere potrebbero far più piacere ai tecnici Ferrari solo se venissero espressi direttamente dal Boss. Vedremo. Tutte queste cose contano. Il cambio della SF70-H di Sebastian Vettel non ha subito danni evidenti nello scontro con Lance Stroll dopo la bandiera a scacchi del GP di Malesia. Nel caso in cui servisse sostituire il cambio, la Ferrari spera nella clemenza della FIA, nella speranza che la Federazione chiuda un occhio sull'eventuale sostituzione, dettata da un incidente avvenuto in maniera assurda, a gara finita.

Marchionne ha dichiarato di volere dei cambiamenti dopo quanto accaduto in Singapore e Malesia. Nelle immagini si è visto che è si è staccato anche il semiasse carenato nella struttura in carbonio che ingloba il braccio di convergenza e quello posteriore del triangolo inferiore. "Spero di no, perché sarebbe davvero troppo". Ma entro stasera, insieme al team, arriveremo ad una conclusione. Un errore da parte di Vettel in netto contrasto con la cautela mostrata dal leader quando domenica è stato attaccato da Max Verstappen. Vedremo se basterà per essere primo e secondo. "Quindi non gli ho reso la vita difficile", ha concluso Hamilton. E l'8 ottobre del 2000 a Suzuka la Ferrari conquistò il titolo mondiale dopo 21 anni di astinenza... È il momento, dunque, di lasciarsi alle spalle i rimpianti e concentrarsi sul futuro: sulle contromisure da adottare per assicurarsi che i continui guasti al motore che hanno rovinato il weekend malese non si ripetano più nelle ultime e decisive cinque tappe iridate. E ci sono ancora tanti punti disponibili, inoltre la situazione può sempre cambiare rapidamente.

Altre Notizie