Mercoledì, 19 Giugno, 2019

IN SICILIA MUSUMECI in TESTA MENTRE il CENTROSINISTRA ARRANCA

Sicilia, alta tensione nel centrodestra. Miccichè: «Se Armao fuori dal listino alleanza a rischio» Regionali, scontro Miccichè/Musumeci sul listino
Evangelisti Maggiorino | 05 Ottobre, 2017, 18:17

Botta e risposta tra il candidato a governatore della Sicilia per il centrodestra Nello Musumeci e il commissario di Fi Gianfranco Miccichè sulla composizione del listino del presidente in vista delle prossime regionali. "Ebbene nonostante quanto prospettato e le ineludibili conseguenze con gli impegni assunti, e confermati pubblicamente e privatamente dal coordinatore di Forza Italia, il candidato presidente ha ritenuto di non inserirmi nella sua lista violando la stessa natura dell'affiancamento annunciato". Il punto, insomma, sono gli altri nomi.

E si conferma che D'Alema aveva visto giusto alzando i toni dello scontro, avendo annusato aria di sconfitta per il PD, e di un ottimo risultato per la nuova sinistra unitaria nella competizione interna allo schieramento progressista. "Tanta gente mi chiede chi me lo faccia fare e so che purtroppo questa domanda in politica è sempre più rara".

Certo la sconfitta che si viene profilando preoccupa alquanto lo schieramento renziano, soprattutto in considerazione della grande importanza che da sempre le vicende siciliane hanno rivestito per la politica Italiana, dai tempi del 61 a 0 dei tempi del Berlusconi all'apice del suo successo in avanti. "Solo gli stolti - evidenzia ancora il vicepresidente designato da Musumeci - non cambiano idea ed è più che legittimo che parlamentari concorrano nella coalizione opposta alle elezioni successive ad un disastro come quello del governo uscente".

E già il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, fiutando aria di sconfitta per la sinistra isolana invita Renzi ad una pausa di riflessione: d'altronde il testa a testa che si profila per il terzo posto con la sinistra dalemiana fotografa bene l'affanno della campagna elettorale svolta in tandem con Alfano.

Dal canto suo, Micciché non manca di sottolineare la sua vicinanza ad Armao (e mandare dunque una frecciatina a Musumeci): "Ringrazio il professor Gaetano Armao per il suo senso di responsabilità".

Altre Notizie