Domenica, 21 Luglio, 2019

Nobel fisica, Ferroni (Infn): premiata la scoperta del secolo

Nobel della Fisica a Weiss, Barish e Thorne: hanno scoperto le onde gravitazionali Premio Nobel per la Fisica a Thorne, Barish e Weiss per la scoperta delle onde gravitazionali
Acerboni Ferdinando | 03 Ottobre, 2017, 14:09

Il Premio Nobel per la Fisica è andato a Kip Thorne, Ray Weiss e Barry Barish per la scoperta delle onde gravitazionali.

Come funziona l'interferometro Virgo Il primo agosto 2017, dopo sei anni di stop, sono stati riaccesi i motori della super antenna che a Cascina è in ascolto delle onde gravitazionali. Attualmente è docente presso il California Institute of Technology.

Che la scoperta delle onde gravitazionali fosse una delle più importanti da sempre, lo conferma anche l'assegnazione dei Premi Nobel per la Fisica.

Viste per la prima volta nel settembre 2015, la loro scoperta è stata annunciata l'11 febbraio 2016 e adesso è stata finalmente premiata da un Nobel molto atteso.

"E' una giornata storica, è meraviglioso": il direttore dell'Osservatorio Gravitazionale Europeo (Ego), Federico Ferrini, è entusiasta del Nobel alla scoperta delle onde gravitazionali.

La sensibilità del rivelatore è stata aumentata grazie alla nuova versione di Virgo (Advanced Virgo), che ha appena concluso la prima fase congiunta di osservazione con Ligo: i due rivelatori hanno lavorato insieme come un unico, potentissimo strumento. "Questo straordinario traguardo della fisica, che oggi al G7 Scienza viene comunicato assieme dalle due collaborazioni Ligo e Virgo, è per tutti noi motivo di grande soddisfazione", aveva detto il ministro per l'Istruzione, l'Università e la Ricerca, Valeria Fedeli. Da un'idea italiana, del fisico Adalberto Giazotto, è nato il rivelatore Virgo, costruito nella campagna alle porte di Pisa, a Cascina. Con questa prima rivelazione a tre strumenti, che consente di localizzare la sorgente delle onde gravitazionali con inedita precisione, siamo così entrati nel vivo dell'era dell'astronomia gravitazionale, un modo completamente nuovo per studiare il nostro universo.

Le onde sono state create dalla collisione tra due buchi neri e hanno impiegato 1.3 miliardi di anni per arrivare a Ligo, negli Stati Uniti. Come le onde generate da un sasso che cade in uno stagno, le onde gravitazionali percorrono l'universo alla velocità della luce creando increspature dello spazio-tempo finora invisibili. "L'Italia e i suoi centri di ricerca hanno avuto un ruolo di primissimo piano nella scoperta delle onde gravitazionali grazie al progetto Virgo, nato dall'idea di Adalberto Giazotto e del francese Alain Brillet".

Altre Notizie