Lunedi, 20 Gennaio, 2020

Centrodestra: dopo la Germania Salvini esulta, Berlusconi preoccupato

Centrodestra: dopo la Germania Salvini esulta, Berlusconi preoccupato Centrodestra: dopo la Germania Salvini esulta, Berlusconi preoccupato
Evangelisti Maggiorino | 29 Settembre, 2017, 23:16

Il senatore ha anche accennato alle dichiarazioni di Giorgia Meloni riguardo alle accuse al centrodestra di non voler vincere: "Non la capisco".

L'alleanza sarà con Salvini?

La lettura che l'ex premier fa dei risultati delle elezioni tedesche è quella del bicchiere mezzo pieno, piuttosto che mezzo vuoto: "Il risultato della Cdu in Germania, come degli altri partiti che rappresentano il Partito popolare europeo, conferma che in tutta Europa il centrodestra è dovunque l'alternativa vincente rispetto alla sinistra e anche in Italia la sinistra ha esaurito la capacità dare risposte ai gravi problemi che ci affliggono e la gente se n'è accorta". Ha sicuramente contribuito a questa ripresa la stupefacente, ennesima discesa in campo di Silvio Berlusconi che, oltretutto reduce da una delicata operazione al cuore, ha rimesso nel cassetto tutte le manifestate (?) tentazioni di ritiro a vita privata e, azzerato l'ultimo presunto erede al trono, il manager Stefano Parisi, si è ripreso la scena e lo scettro. Certo il fatto di non poter ancora candidarsi al Parlamento per via della condanna definitiva subìta limita la sua agibilità, e tuttavia il ritorno sulla scena politica e mediatica è indiscutibile nonostante l'età non certo verde. Dal suo governo abbiamo ereditato un ulteriore aumento del debito pubblico, della povertà e del precariato, mentre multinazionali e banche sono state trattate sempre con i dovuti riguardi tanto da pesare ulteriormente sui bilanci dello Stato sempre ovviamente a spese dei soliti fessi, ovvero i cittadini.

Accanto a Berlusconi, anche la Lega si è rimessa in piedi dopo il declino dell'ultima fase bossiana. Nulla è più lontano dai pensieri del Cavaliere di un centrodestra "a trazione leghista" che sembra invece affascinare il governatore ligure Giovanni Toti. Al massimo, come ha detto a Fiuggi, è disposto a concedere a Salvini come a Bossi, uno spazio "decoroso", e l'aggettivo la dice lunga sullo stato d'animo del Sire di Arcore. Ma un listone in Italia è un'altra questione.

"Questo è il nostro piccolo regalo per festeggiare: un grande uomo, un grande imprenditore, un grande statista" si legge nei manifesti affissi su iniziativa del gruppo consiliare di Forza Italia ad Arcore per volontà del capogruppo Cristiano Puglisi.

Altre Notizie