Domenica, 21 Luglio, 2019

MotoGp: vince Marquez, quinto Rossi

Aragon: vince Marquez, ma Rossi non molla e arriva quinto MotoGP: dominio Honda ad Aragon, Marquez trionfa davanti a Pedrosa
Cacciopini Corbiniano | 26 Settembre, 2017, 00:25

Al termine della gara di Aragon, quattordicesimo atto del mondiale 2017 della MotoGP, sono due i temi che tengono banco: il primo sicuramente è il quinto successo stagionale di Marc Marquez, vittoria che sposta gli equilibri nella corsa al titolo che si avvicina sempre più alla Spagna. Venerdì ha cercato di ritrovare il feeling con la sua M1 e ha evitato ogni rischio sulla pista bagnata, sabato ha piazzato la prima zampata nelle PL3, dove è riuscito a strappare un ottimo 10° tempo, che gli ha permesso di accedere direttamente alla Q2, dove ha quasi beffato tutti, chiudendo al terzo posto, a soli 180 millesimi da Maverick Vinales, autore della pole. Quando ho passato Rossi e Lorenzo mi sono resettato, ho pensato al campionato e ho guidato più pulito”. In gara, poi, il Dottore ha completato l'opera lottando a lungo per la vittoria e per il podio, cedendo soltanto negli ultimi giri, sia a causa dei dolori fisici, sia a causa delle gomme, giunte a fine vita. In qualifica e nel modo in cui ha recuperato.

"Quando ho visto Vinales e Dovi in difficoltà ho capito che dovevo provarci" ha continuato, "anche se ci sono stati momenti pericolosi, come ad esempio quando ho superato Valentino: era più stretto in curva di quanto mi aspettassi e per evitare il contatto ho lasciato i freni, accorgendomi solo dopo di Lorenzo!". Un numero che si potrebbe definire mostruoso e che Lorenzo ha voluto sottolineare: "E' stato impressionante per tutto il weekend".

Tutti hanno esaltato l'impresa di Valentino Rossi.

Marquez sa vincere praticamente in tutte le condizioni.

In classifica piloti, è Marquez ad avere 16 punti di vantaggio su Dovizioso, oramai la sua corsa al titolo è in corso... "Anche dopo questo risultato non ci abbattiamo, perché sono convinto che ce la possiamo fare" ha detto Andrea. DesmoDovi ha spiegato di esser rimasto colpito dall'aggressività di Rossi nella prima parte. Non è facile, perché Marc sta dimostrando di essere molto competitivo e anche la Honda. Non mi aspettavo che partisse così aggressivo, però anche lui ha avuto un calo di prestazione, non so quanto fisico e quanto legato alla moto, e alla fine faceva davvero fatica. "Sono andato in confusione, poi ho optato per la dura, perché con le media, nel warm up, avevo comunque grandi problemi in trazione, senza avere sufficiente durata".

Altre Notizie