Domenica, 19 Novembre, 2017

Europei basket, l'Italia saluta la competizione: passa la Serbia

Italia-Serbia Basket: Orario, Diretta TV e Ultime Notizie Europei Basket, Italia - Serbia: ostacolo Marjanovic
Cacciopini Corbiniano | 16 Settembre, 2017, 10:07

Per la Slovenia, mai arrivata tanto avanti in alcuna competizione internazionale e per la Serbia, cui manca solo l'oro europeo, perso nella finale del 2009 contro la Spagna. Ad infiammare la gara saranno Goran Dragic e Luka Doncic da un lato mentre dall'altro ci penseranno Bogdan Bogdanovic e Boban Marjanovic.

Dicevamo della Russia: una nazionale che non partiva per vincere le medaglie, e che invece si presenta alla semifinale con pieno merito.

Squadra di Sasha Djordjevic troppo forte per Datome e compagni, letteralmente massacrati a rimbalzo (impietoso 44-19) a riprova di uno strapotere fisico che si è poi palesato nell'83-67. Djordjevic non ha mai vinto l'oro ad Eurobasket, il suo obiettivo è chiaro. Al canestro realizzato dalla shooting guard russa rispondono subito Milosavljevic e Lucic, che con i liberi chiudono la partita sul punteggio di 87-79 in favore della Serbia. Due squadre toste, con lunghi dominanti in area come Marjanovic e Mozgov e talento negli esterni. La difesa dei balcanici però è asfissiante e la supremazia sotto canestro è mortificante; Lucic e Macvan mettono una bomba a testa e la Serbia si trova sul +11 sul 38-27. Bogdanovic pennella canestri per evitare qualche spiacevole finale di partita, l'ultimo quarto diventa un botta e risposta con "squadre allungate"; anche quando la difesa italiana è perfetta, le palle vaganti premiano i serbi, non c'è verso di creare le condizioni per un break, 54-67.

Le conclusioni - Rimaniamo con tanti dubbi, con le assenze, forzate, di Gallinari e Bargnani, ma anche col pensiero che nella prossima edizione degli Europei di Basket non avremo, probabilmente, ma speriamo di sbagliarci, Cusin e Gallinari, forse nemmeno Hackett, che sembra sempre il più indiziato, tra i giocatori incompiuti. A quel punto per la Serbia è un gioco da ragazzi volare sul 59-48 alla fine del terzo quarto. Mancherà Milos Teodosic, ma brilla l'argento vivo di Bogdanovic e Marjanovic. Parziale di 11-0 chiuso dalla tripla di Vorontsevich che vale il -7 (52-57). I serbi però ritornano ad attacare con decisione il ferro, riallungando sulla doppia cifra di vantaggio. Alla sirena del 30' è 57-66. Bogdanovic rompe il digiuno serbo dopo quasi cinque minuti, azzurri in bonus e il match si riequilibra: 7-6.

Altre Notizie