Martedì, 19 Settembre, 2017

Calciomercato Milan, non finisce l'assalto di Fassone: "Continueremo cosi a fare mercato!"

Raiola, stoccata al Milan: “Fassone e Mirabelli? Non credo nel loro progetto” Donnarumma Milan, Raiola: “Non credo nel progetto”
Cacciopini Corbiniano | 15 Settembre, 2017, 13:57

La linea del noto procuratore, esternata a più riprese dopo il primo incontro con la nuova dirigenza per discutere del rinnovo, è quella che più rispecchia il suo pensiero, cambiata in corso d'opera solo per volere della famiglia del classe '99, che verso il Milan nutre un debito di riconoscenza per come l'ha valorizzato nell'ultimo biennio.

Obiettivo Champions - "L'obiettivo non cambia".

Colpe di tutti, prima di tutti dell'allenatore, che però l'ad rossonero non considera a rischio: "Montella non lo abbiamo mai messo in discussione, tanto che sarebbe rimasto anche senza la qualificazione in Europa League".

L'aspetto importante a questo punto è rassicurare il popolo rossonero su quello che potrebbe essere il futuro del club, anche in caso di mancato raggiungimento degli obiettivi: "Ovvio che ci sia un piano economico che va di pari passo con quello sportivo". Conforta, comunque, l'osservazione che il torneo è appena iniziato e che c'è tutto il tempo per rimediare ad un passo falso, facendo tesoro dell'esperienza maturata senza lasciarsi prendere dallo scoramento nella certezza che la squadra che è uscita dal mercato estivo è forte e competitiva, ma ha ancora bisogno di perfezionare gli ingranaggi di gioco. Non la faremo schierando le riserve perché vogliamo arrivare il più lontano possibile e migliorare il nostro ranking. Gli ho spiegato il nostro progetto che si svilupperà in 4-5 anni.

Continua la diatriba dell'ultima sessione di calciomercato tra Mino Raiola e la società del Milan. Sono convinto che lo Zidane calciatore, oggi, varrebbe come lui.

Altre Notizie