Domenica, 19 Novembre, 2017

L'Agcom prepara sanzioni per gli operatori telefonici: "La fattura deve essere mensile"

AgCom sanzioni in arrivo per gli operatori AgCom sanzioni in arrivo per gli operatori
Acerboni Ferdinando | 15 Settembre, 2017, 13:55

Pomo della discordia, la tariffazione a 28 giorni.

Facendo riferimento alla fatturazione ogni quattro settimane, le mensilità pagate non saranno 12, bensì 13, di conseguenza, gli operatori guadagneranno una mensilità dai clienti. Il che si traduce, a fine anno, in quasi un mese in più di costi da coprire per gli utenti.

Ma andiamo con ordine. L'udienza al Tar, fissata per il prossimo febbraio, dovrebbe stabilire se la limitazione delle politiche commerciali sia legittima o meno. "L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, relatore il Commissario Francesco Posteraro, ha deciso di avviare procedimenti sanzionatori nei confronti degli operatori telefonici Tim, Wind Tre, Vodafone e Fastweb per il mancato rispetto delle disposizioni relative alla cadenza delle fatturazioni e dei rinnovi delle offerte di comunicazioni elettroniche", si legge nella nota. A marzo scorso, l'autorità aveva stabilito con la delibera 121/17/CONS "che per la telefonia fissa e per le offerte convergenti l'unità temporale per la cadenza delle fatturazioni e del rinnovo delle offerte dovesse avere come base il mese o suoi multipli". Al termine delle verifiche effettuate da Agcom, però, "è risultato che gli operatori menzionati non hanno ottemperato alla delibera dell'Autorità".

Inoltre, l'Agcom "sta valutando l'adozione di ulteriori iniziative, anche per evitare che le condotte dei principali operatori di telecomunicazioni possano causare un effetto di 'trascinamento' verso altri settori, caratterizzati dalle stesse modalità di fruizione dei servizi". Si tratta, quindi, di intervenire sbito. Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, ha risposto a un'interrogazione rivolta al ministro per lo Sviluppo economico, Carlo Calenda, nel corso del question time alla Camera dei deputati.

Le società telefoniche invece avevano adottato una fatturazione a 4 oppure a 8 settimane (e non mensile) da maggio 2016 ad aprile 2017. Mi auguro che non restino lettera morta e si renda giustizia ai consumatori.

Chi vorrà fare reclamo potrà rivolgersi alle strutture regionali di conciliazione, i Co.re.com, con una procedura facile e gratuita, per aderire alla causa collettiva contro le compagnie per violazione dell'articolo 650 del codice penale sulla "inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità".

Sul piede di guerra le associazioni dei consumatori. Vedremo cosa accadrà e, soprattutto, come si pronuncerà il Tar cui si sono rivolti i gestori telefonici.

Altre Notizie