Sabato, 21 Settembre, 2019

Milan: tutto quello che c'è da sapere

Vedere Lazio Milan Streaming Gratis Rojadirecta Montella: “Il calcio italiano ringrazi il Milan”
Evangelisti Maggiorino | 12 Settembre, 2017, 21:55

Ma è anche una compagine che ha vinto tutto in tutto il mondo: "E' una brutta sconfitta, ci sono state tante cose negative sulle quali dobbiamo lavorarci" ha detto ancora l'allenatore del Milan dopo il 4-1 incassato contro la Lazio. Il tecnico Vincenzo Montella, dopo il 'mea culpa' pubblico delle ore successive alla sconfitta con la Lazio, ha voluto organizzare prima della seduta d'allenamento una sorta di confonto, un faccia a faccia con la propria squadra. "Ma Immobile, che ha faticato a Dortmund e qui sta facendo benissimo, è un esempio". "Voglio vedere la fame necessaria per giocare a certi livelli". Ho avuto la sensazione che non ci eravamo con la testa e abbiamo perso l'aspetto nervoso che ti fa correre di più.

Questa è stata la più grossa mancanza. Lo scorso anno, peraltro, ha dimostrato di poter anche aggiornare e rivedere le proprie idee di base, adattandole al contesto in cui si trova: col disastrato Diavolo dello scorso anno era impensabile riprodurre quella ragnatela di passaggi proposta in viola e dunque ecco l'ex centravanti della Sampdoria costruire una squadra solida, arcigna e molto più a suo agio senza pallone che non con, al contrario di quanto tantissimi pensavano facesse. Veniamo da due mesi, forse più, in cui abbiamo fatto tantissimi acquisti e ricevendo tantissimi complimenti, di continuo. L'ex juventino coprirebbe il ruolo di "libero", addetto all'impostazione della manovra da lontano e al governo di tutta la fase difensiva, e gli altri due in marcatura sulle punte avversarie aiutati dai 2 "tornanti" laterali che, al netto di turn over e infortuni, dovrebbero essere Conti sulla destra e lo Rodriguez sulla sinistra. Ma non credo che il modulo sia decisivo, l'ultimo elemento è proprio quello tattico. La tenuta mentale? Devo farli giocare insieme il più possibile per trovare l'intesa. Dobbiamo imparare ad essere polivalenti, cambiare in corsa.

Altre Notizie