Sabato, 24 Agosto, 2019

Livorno, sette le vittime. Ancora un disperso

Livorno, sette le vittime. Ancora un disperso Livorno, sette le vittime. Ancora un disperso
Evangelisti Maggiorino | 12 Settembre, 2017, 19:53

Si segnalano gravissimi danni soprattutto nella zona sud di Livorno, con scantinati e strade invase dall'acqua e auto spazzate via. Nella zona durante la notte si è abbattuta un'ondata di maltempo che ha causato frane e smottamenti. "La città si è svegliata letteralmente devastata": sono le dichiarazioni a caldo del sindaco di Livorno Filippo Nogarin che è al centro operativo di coordinamento dalle prime ore della mattina. "Noi avevamo uno stato di emergenza arancione quello rosso era previsto in Liguria, quindi non eravamo in grado di prevedere quello che è successo".

"A Livorno e provincia la situazione è ancora critica ma sta tornando lentamente alla normalità, anche se alcune aree sono ancora in difficoltà, ma siamo in contatto con tutti i cittadini", ha poi precisato il sindaco. "Le onde di piena hanno fatto tracimare molti fiumi".

Ma i morti ci sono stati a Livorno e proprio per questa città sono arrivati i messaggi di solidarietà e di cordoglio proprio dal mondo dello sport, in modo particolare dai calciatori Giorgio Chiellini e Cristiano Lucarelli. D'altronde, fa notare, "il sindaco di Pisa, con lo stesso codice, ha dato l'allerta".

Prima di partecipare all'incontro con il ministro Galletti, cui ha partecipato anche l'assessore Fratoni e rappresentanti dei Comuni di Livorno e Collesalvetti, il presidente Rossi ha anticipato che "la Regione lavorerà affinché siano tolte le tombature ad alcuni canali sul territorio toscano" e si è detto disponibile a "lavorare per garantire soluzioni abitative agli sfollati". "Era una situazione evitabile se ci fosse stata prevenzione". Sono stati allertati i soccorsi da tutta Italia. Il rio Ardenza aveva invaso completamente la sua casa e la zona circostante.

Il marito Filippo Meschini, 30 anni, era stato invece trovato vivo a due chilometri di distanza dalla loro abitazione.

Sono sei le vittime accertate del nubrifagio che colpito Livorno, flagellata da una bomba d'acqua pari a 250 millimetri caduti tra le 2 e le 4 e a 400 ml in totale.

"Dalle due ha iniziato a piovere fortissimo e si è allagato tutto". Chiusi i sottopassi, diverse auto rimaste in panne.

Altre Notizie