Domenica, 20 Ottobre, 2019

Milena Gabanelli rifiuta la proposta della RAI: "Mi autosospendo"

Milena Gabanelli Rai, il Cda propone Milena Gabanelli condirettore di Rainews con delega a web e data journalism
Deangelis Cassiopea | 07 Settembre, 2017, 20:13

E decide di autosospendersi dalla Rai di fronte alla proposta del dg Mario Orfeo.

"Non me la sento di mettere la faccia su un prodotto che non firmo (non essendone il direttore responsabile)". "Se a quel punto intenderà affidarmi la direzione, troverà la mia disponibilità".

Il principale ostacolo alla realizzazione del progetto sarebbe costituito dalla presenza di un numero eccessivo di testate, (Tg1, Tg2, Tg3, Tgr, Tg Parlamento, Rainews 24, Gr, Rai sport) e secondo la giornalista fin tanto che non sarà riorganizzato il compartimento con l'accorpamento di alcune di queste, il Consiglio di Amministrazione non potrà approvare la creazione di una nuova testata. Per questo, nel mio piccolo ruolo, mi sono fatto carico di proporre una soluzione che allo stato è il punto più avanzato possibile, in attesa del nuovo Piano dell'Informazione. Senza una definizione dei tempi, con risorse inadeguate a coprire le 24 ore, e senza nessuna possibilità di decollare: una visione a mio parere non altezza del compito che il servizio pubblico deve assolvere, ed economicamente sbagliata poiché rinuncia ai potenziali investimenti pubblicitari'.

Un progetto molto ambizioso che, se ben realizzato (e non abbiamo dubbi che una grande giornalista come Milena Gabanelli possa riuscirci), trasformerebbe il portale di Rai News in un colosso dell'informazione online. Proposta che è stata accolta dal direttore generale Mario Orfeo. Si tratta di un contratto biennale (non triennale come il precedente) e il suo nuovo stipendio sarà intorno al milione e 200 mila euro. "Avevo già manifestato la mia disponibilità a una riduzione del 30 per cento del mio compenso - ha dichiarato Bruno Vespa -, l'ho fatto in segno di solidarietà con i dirigenti a cui è stato imposto retroattivamente un forte taglio retributivo, con l'auspicio che la norma relativa venga rivista al più presto per non far uscire l'azienda dal mercato manageriale".

Il Cda Rai ha dato il via libera all'unanimità al contratto con Officina (Magnolia-Fazio) per la produzione di 'Che Tempo che fa' su Rai1.

Altre Notizie