Giovedi, 20 Giugno, 2019

Huawei presenta il nuovo SoC Kirin 970 con NPU per l'intelligenza artificiale

Kirin 970: Huawei punta in alto con il nuovo SoC presentato ad IFA 2017 Huawei anticipa Mate 10 e annuncia il Kirin 970
Acerboni Ferdinando | 05 Settembre, 2017, 21:30

Il tweet era stato chiuso con l'hashtag #HuaweiMobileAI. Il nuovo chipset Kirin 970 è la prima piattaforma di calcolo mobile AI di Huawei dotato di una Neural Processing Unit (NPU), un'unita di calcolo neurale.

Queste le parole di Richard Yu, CEO di Huawei Consumer Business Group, pronto a svelare i dettagli del nuovo focus dell'azienda sull'integrazione della potenza del cloud con la velocità e la reattività del processo nativo AI in occasione di IFA 2017, a Berlino. Si tratta di un processore inedito per la compagnia, da oggi impegnata durante nel produrre SoC che siano in grado di reggere le sfide computazionali del prossimo futuro, soprattutto nel campo della AI, intelligenza artificiale.

L'impegno di Huawei è quello di trasformare i nostri device in qualcosa di sensibilmente più avanzato e intelligente, grazie ad un ecosistema coordinato di chip, dispositivi e cloud. Una scelta un po' in controtendenza rispetto ai diretti concorrenti (vedi LG e Samsung, solite affidarsi a Qualcomm per la gran parte dei loro dispositivi), ma che consente di ottenere migliori risultati sul fronte dell'ottimizzazione hardware-software.

Dopo anni di sviluppo, il Cloud AI ha visto un'ampia applicazione, ma l'esperienza utente ha ancora margini di miglioramento, ad esempio per quanto riguarda i tempi di latenza, la stabilità e la privacy. "Mobile AI = On-Device AI + Cloud AI". L'On-Device AI offre forti capacità di percezione che sono alla base della comprensione e dell'assistenza alle persone. In un test di riconoscimento dell'immagine, spiega Huawei, il Kirin 970 ha elaborato 2.000 immagini al minuto, "dimostrando di essere più veloce di altri chip presenti sul mercato".

Ricordiamo che lo scorso novembre il CEO di Huawei, Richard Yu, ha parlato di un supertelefono con "capacità corrispondenti o superiori a quelle degli occhi, delle orecchie, della lingua, del naso, del corpo e della mente di un uomo".

Kirin 970 sarà alimentato da una CPU 8 core e da una GPU 12 core Mali G72MP12 di nuova generazione.

Il chipset Kirin 970, che occupa uno spazio di un solo centimetro quadrato, include 5,5 miliardi di transistor ed è è la prima piattaforma di calcolo mobile AI di Huawei dotata di calcolo neurale. Rispetto ad un cluster CPU quad-core Cortex-A73, la nuova architettura eterogenea di calcolo del Kirin 970 offre fino a 25x le prestazioni con un'efficienza di 50x maggiore.

Altre Notizie