Domenica, 20 Settembre, 2020

Panico a Gallipoli: organizzano finto attentato per non pagare il conto

Panico a Gallipoli: organizzano finto attentato per non pagare il conto Panico a Gallipoli: organizzano finto attentato per non pagare il conto
Evangelisti Maggiorino | 25 Agosto, 2017, 09:52

In un momento di tensione internazionale come quello che stiamo vivendo per colpa degli attentati terroristici dell'ISIS, scherzare su questo tema se da un lato può far bene, dall'altro va comunque fatto con criterio e intelligenza.

Caos in un ristorante a Gallipoli. Prima un grande boato, poi urla che dicevano "Attentato, Bomba, Bomba". Di conseguenza, alle prime notizie uscite, che hanno parlato di giovani napoletani, colpevoli di aver scatenato una rissa, fatto esplodere un petardo e mandato nel panico il centro di Gallipoli (senza neanche aver pagato il conto del ristorante dove avrebbero cenato), ha scatenato l'odio del web. Una volta che i passanti hanno capito che si trattava solo di una burla hanno letteralmente aggredito alcuni dei presunti responsabili del folle gesto, si è genetata una una rissa, i turisti coinvolti hanno rischiato il linciaggio ma successivamente sono stati arrestati dalla polizia. Ed in quella occasione, oltre a migliaia di feriti, purtroppo, si contò anche una vittima. La gente ha iniziato a darsela a gambe in preda alla paura, ma fortunatamente il tutto si è risolto nell'arco di qualche minuto: quando i presenti si sono accorti che di attentato non c'era neanche l'ombra, e che gli "spari" altri non erano che petardi fatti deliberatamente esplodere da alcuni furbetti, la situazione è tornata alla normalità. Sono intervenuti diversi mezzi di soccorso. Ora i carabinieri stanno cercando di capire cosa esattamente sia accaduto e hanno già convocato in caserma i coinvolti nella vicenda.

Altre Notizie