Lunedi, 24 Giugno, 2019

Bimbi non vaccinati, porte chiuse nidi

Il ministero della Salute: stop a scuola infanzia per i non vaccinati Vaccini, niente scuola dell'infanzia per chi non è coperto
Machelli Zaccheo | 17 Agosto, 2017, 20:22

Il Ministero della salute ha emanato la Circolare 16 agosto 2017 con le prime indicazioni operative per l'attuazione del decreto legge n. 73 del 7 giugno 2017, convertito con modificazioni dalla legge 31 luglio 2017, n. 119.

Il divieto di iscrizione ai non vaccinati non vale invece per la scuola dell'obbligo. "Diversamente, per gli altri gradi di istruzione, e precisamente per quelli dell'obbligo - continua il ministero - la presentazione della documentazione non costituisce requisito di accesso alla scuola (scuola primaria, scuola secondaria di primo grado, scuola secondaria di secondo grado, centri di formazione professionale regionale) o agli esami". "Inoltre, i dirigenti scolastici delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione e i responsabili dei centri di formazione professionale regionale e delle scuole private non paritarie comunicheranno alla Asl, mediante modalità operative decise localmente dalla Asl, entro il 31 ottobre di ogni anno, le classi nelle quali sono presenti più di due alunni non vaccinati". Oggi però la svolta e infatti il Ministero ha imposto ai genitori che tutti i bambini non vaccinati avranno bisogno di un certificato medico per poter frequentare la scuola. Secondo una circolare del ministero della Salute, saranno il pediatra oppure il medico di base ad attestare tramite un certificato se il bambino non può vaccinarsi, consentendogli di iscriversi a scuola. Nel caso in cui non rispondano all'invito, i genitori, i tutori o i soggetti affidatari vengono nuovamente convocati, con raccomandata AR, per un colloquio, al fine di comprendere le motivazioni della mancata vaccinazione e di fornire - eventualmente anche con il coinvolgimento del Pediatra di Libera Scelta o del Medico di Medicina Generale - una corretta informazione sull'obiettivo individuale e collettivo della pratica vaccinale e i rischi derivanti dalla mancata prevenzione.

La circolare contiene i modelli per l'autodichiarazione e una tabella di ausilio per il controllo dell'adempimento delle vaccinazioni obbligatorie.

Le novità La nuova legge, fortemente voluta dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin, prevede l'obbligo di vaccinazione per l'accesso a nidi, materne e scuole dell'obbligo, fino a 16 anni.

I bambini immuni per aver contratto già la malattia, otterranno la possibilità di omettere la vaccinazione presentando una copia della notifica di malattia infettiva fatta alla ASL dal medico curante.

Altre Notizie