Sabato, 19 Agosto, 2017

Ubriaco e al telefono: tampona e uccide un avvocato

Ubriaco e al cellulare tampona e uccide giovane arrestato Tampona e uccide un 31enne: era ubriaco e al telefono, andrà in carcere
Evangelisti Maggiorino | 12 Agosto, 2017, 21:34

L'automobilista peruviano ha già un precedente per guida in stato d'ebbrezza con conseguente ritiro della patente. L'impatto è stato violentissimo: la Mini è stata scaraventata a una cinquantina di metri di distanza, con la parte posteriore distrutta e irriconoscibile.

Ubriaco e distratto al volante dal suo cellulare un peruviano 34 anni a volante di una Van ha travolto un'auto, una Mini d'epoca, ferma al semaforo. La vittima invece è un avvocato 31enne, che con la sua auto era fermo al semaforo rosso, in una Milano svuotata dalla pausa estiva. Sulla persona che ha provocato il sinistro mortale, un uomo di nazionalità peruviana, pesa l'aggravante di guida in stato di ebbrezza grave (1,5 il tasso rilevato).

Cosa è accaduto. Venerdì 11 poco prima delle nove, sotto i fumi dell'alcool e distratto dal cellulare mentre guidava un van da nove posti, si è schiantato contro una Mini d'epoca ferma al semaforo rosso, uccidendo il giovane avvocato che era alla guida e che era in attesa che scattasse il verde.

L'incidente è avvenuto ieri alle 8,45 in via Virgilio Ferrari all'incrocio con via Campazzino nella periferia di Milano.

Il conducente peruviano è risultato essere positivo all'alcol test ed è stato prima trasportato al Niguarda per le medicazioni alle ferite riportate, poi trasferito al carcere di San Vittore dove ha passato la notte.

Altre Notizie