Lunedi, 23 Ottobre, 2017

MotoGP - FP2 in Austria: Dovizioso vola, Vinales insegue, Marquez e Rossi arrancano

MotoGP Austria 2017 anteprima la corsa al titolo continua al Red Bull Ring YOUTUBE Valentino Rossi respinge la fan insistente ai box ma…era un ministro
Cacciopini Corbiniano | 12 Agosto, 2017, 19:24

Un piccolo "deragliamento" fuori dai confini del tracciato gli aveva negato il miglior tempo della mattinata, ma Dovizioso ci ha messo poco a riprendersi ciò che era ampiamente nelle corde sue e della sua GP 17 (in pista con la nuova carena). Per questo si prospetta una notte di duro lavoro per lui e la sua squadra. Troppo spinning e un giro con la mescola morbida non impeccabile gli fanno chiudere il venerdì al tredicesimo posto a 0,8s dal tempo di riferimento. "La previsione meteo prevedono possibili condizioni di piogge per domani mattina, ma ho deciso di prendere quella rischio perché volevo prepararmi bene per la gara di domenica ".

Ciò che dovrà variare, e anche con una certa fretta, è l'applicazione delle migliorie in casa Yamaha sulla moto del centauro di Tavullia, il quale dà comunque l'impressione di essersi tenuto le carte migliori da giocare tra le FP3 di domattina e soprattutto le qualifiche del sabato pomeriggio. Ma possiamo ancora migliorare nel T1. "Questa non è la F1, non abbiamo la cultura del cambio gomme in MotoGP - ha affermato il ducatista Jorge Lorenzo - Nel Circus iridato sono molto più preparati di noi, mentre nel motociclismo la situazione è molto più confusa". Marquez ha mostrato un passo impressionante, un segnale chiaro che il leader del mondiale punta all'uno-due Repubblica Ceca-Austria per cercare lo strappo in classifica. I test hanno fatto bene di sicuro a Dovizioso che si è detto soddisfatto del materiale portato in pista (materiale che probabilmente vedremo sulla Ducati numero #4 solo per il weekend austriaco) e hanno fatto straordinariamente meglio a Valentino Rossi: un lunedì con il miglior tempo nei test ha dell'eccezionale non tanto per il cronometro in sé, ma proprio perché il lunedì non è il giorno in cui ti aspetti di vedere Valentino Rossi veloce. Servirebbe una prestazione in stile Brno, sperando poi naturalmente che la gara abbia un andamento più normale.

Altre Notizie