Lunedi, 23 Ottobre, 2017

Trescore, sparatoria in piazza del mercato: un ferito

Sparatoria tra bande di rom nel centro del paese Gli sparatori erano a bordo di due Suv Hummer
Evangelisti Maggiorino | 11 Agosto, 2017, 14:03

Momenti di paura e panico ieri pomeriggio nel centro di Trescore Balneario, famosa località termale distante 20 chilometri da Bergamo. In via Ospedale, nella piazza di fronte all'ufficio postale intorno alle 14.30 è andata in scena una sparatoria. Le immagini acquisite dai carabinieri della Compagnia di Bergamo che stanno svolgendo le indagini, documentano l'arrivo a bordo di sei auto di grossa cilindrata dei membri delle famiglie Nicolini e Horvat che, attraverso Facebook, si erano dati appuntamento per un regolamento di conti nell'ambito di una faida che va avanti da anni e che ha già visto le due famiglie spararsi addosso almeno già due volte sulle strade della Bergamasca. Prima dell'agguato a colpi di pistola c'era stato un inseguimento. Diversi i rivali che si sono affrontati a colpi di arma da fuoco. Le auto sono state poi abbandonate sul piazzale. Uno di loro è rimasto ferito nello scontro ed è stato individuato e bloccato dai militari vicino al luogo della sparatoria. L'uomo ferito e arrestato dai carabinieri, un 36enne, è stato soccorso dai medici del 118 e accompagnato d'urgenza all'ospedale di Seriate, provincia di Bergamo.

In tutto si stima che negli ultimi 30 anni i redditi dichiarati siano pari a 117mila euro (ovvero la cifra di 100 euro per persona all'anno), nonostante l'immatricolazione di 1600 automobili, per un valore stimato di 30 milioni di euro, e di immobili per altri 10. E sempre a Trescore il 3 dicembre 2015 i carabinieri avevano sequestrato una borsa contenente due pistole, una Glock calibro 9 e una Beretta calibro 7,65, oltre a 4 caricatori e una cinquantina di munizioni.

Altre Notizie