Domenica, 19 Gennaio, 2020

Venezuela, la polizia preleva da casa uno dei leader dell'opposizione

Venezuela arrestati due leader dell'opposizione Venezuela, la polizia preleva da casa uno dei leader dell'opposizione
Evangelisti Maggiorino | 02 Agosto, 2017, 11:39

Gli Stati Uniti scendono in campo per condannare "le azioni della dittatura di Maduro": Donald Trump ha pubblicato un duro comunicato in seguito all'arresto dei leader dell'opposizione, Leopoldo Lopez e Antonio Ledezma. Intanto arrivano nuove sanzioni Usa: Washington ha deciso di congelare i beni del successore di Hugo Chavez negli Stati Uniti, inoltre è vietato agli americani di trattare o avere rapporti commerciali con Maduro.

Sono molte le critiche che possono essere rivolte a Nicolas Maduro, ma certo non si può dire che non sia un uomo di parola.

"La situazione da un punto di vista umanitario sta già diventando terribile", ha aggiunto. Non sappiamo dove si trovi né dove lo abbiamo portato. Ieri l'Ue ha espresso "seri dubbi" sulla validità del voto di domenica per l'Assemblea costituente, e oggi ha rilanciato la propria richiesta al governo di Caracas di mettere fine alla repressione delle proteste in corso nel Paese dall'inizio di aprile, che hanno causato più di 120 morti: "Continuiamo a chiedere al governo del Venezuela misure che favoriscano la fiducia e che creino le condizioni migliori per la ripresa di iniziative per una soluzione pacifica negoziata".

Minaccia, questa, respinta al mittente da Maduro che ha così commentato: "Non obbedisco a ordini imperialisti, non obbedisco a governi stranieri".

Anche Ledezma, già sindaco di Caracas, si trovava ai domiciliari in seguito all'accusa di cospirazione golpista e istigazione alla protesta quando è stato prelevato dagli agenti. Immagini forti che mostrano l'uomo in pigiama, strattonato dalle forze di intelligence, mentre una donna fuori campo urla e invoca aiuto: "Portano via Ledezma!" Dall'8 luglio era agli arresti domiciliari per motivi di salute. Secondo l'Avana, è stata lanciata "una ben coordinata operazione internazionale", diretta da Washington e con l'appoggio del segretario generale dell'Osa, Luis Almagro, con l'obiettivo "di far tacere la voce del popolo venezuelano, disconoscere la sua volontà" e "imporre la resa attraverso attacchi e sanzioni economiche". Tra i fermati il 10% sono donne, la maggior parte giovani e studentesse.

Altre Notizie