Domenica, 20 Ottobre, 2019

Caso Charlie, medico Usa visita il piccolo a Londra

Luminare Hirano sta visitando Charlie Gard. Per specialista si tenti cura Charlie Gard, ancora una settimana per la decisione. Durissimi i genitori: "È prigioniero di Stato"
Machelli Zaccheo | 20 Luglio, 2017, 12:14

Durante la sua permanenza in ospedale, secondo quanto ricostruisce il 'Daily Mail' online, Chris Gard e Connie Yates erano come di consueto nella stanza con il loro bambino e hanno potuto rispondere alle domande del dottor Hirano. Secondo il Telegraph l'Alta Corte dovrebbe riprendere l'esame del caso venerdì e pronunciarsi definitivamente la prossima settimana, forse già il 15 luglio come detto dallo stesso giudice Nicholas Francis.

La notizia è arrivata dai media britannici ed è stata rilanciata su Twitter da Jeff Fortenberry, politico statunitense repubblicano, che ha scritto: "Abbiamo appena approvato un emendamento che garantisce lo stato di residenza permanente a Charlie Gard e alla sua famiglia, in modo che possa ottenere il trattamento medico di cui ha bisogno". Ora però resta non chiarito se tale decisione "obbligherà" i medici inglesi a far dimettere il bimbo con l'assenso dei genitori, senza attendere l'autorizzazione della Corte inglese. Il che significa che il camice bianco Usa può visitare il bambino e avere pieno accesso ai suoi dati medici.

L'incontro a Londra sulle sorti di Charlie, al quale ha partecipato anche un team di specialisti stranieri guidati dal neurologo americano Michio Hirano della Columbia University, non è servito a convincere i medici britannici, i quali sono ancora del parere che il piccolo di 11 mesi debba essere lasciato morire: lo scrive stamani la stampa inglese citando indiscrezioni.

I suoi genitori si sono sempre opposti a tale drammatica prospettiva e hanno lottato affinché Charlie potesse avere un'ultima speranza di guarigione.

In molti sperano che Charlie Gard possa finalmente volare in America per essere sottoposto alle cure sperimentali che potrebbero migliorare le sue condizioni di salute. L'esame sarà a corredo degli altri studi e visite compiute dal pool di medici nominati dalla Corte di Londra, in attesa di avere un resoconto che entro il prossimo 25 luglio verrà valutato in vista della sentenza finale. Sono esami considerati fondamentali per capire se al piccolo potrà essere applicato il protocollo sperimentale messo a punto dal team di ricercatori internazionali coordinati dall'istituto romano.

La patologia di cui soffre Charlie colpisce i mitocondri, le 'centrali energetichè delle cellule, e proprio i muscoli sono una delle parti del corpo più colpite.

Altre Notizie