Lunedi, 22 Luglio, 2019

WhatsApp BETA si aggiorna: Arriva la descrizione per i gruppi

Speechless l'App che trasforma i messaggi vocali di WhatsApp in testo WhatsApp, in arrivo l'app che trasforma in testo i messaggi vocali
Acerboni Ferdinando | 11 Luglio, 2017, 18:09

Secondo una stima del 'traffico' sulla piattaforma di Jan Koum controllata da Facebook e utilizzata ogni mese da 1,2 miliardi di utenti nel mondo, le note audio sono il 25% del totale dei messaggi inviati ed il numero è in continua crescita.

Non bisogna far altro che selezionare la nota vocale e inoltrarla all'applicazione attraverso il tasto Condividi: sarà poi compito del software scaricare il file audio per farlo "tradurre" ai server che restituiranno successivamente il contenuto del messaggio sotto forma di testo, che si potrà poi copiare negli appunti, inviare per email o condividere in una delle qualsiasi applicazioni presenti nel dispositivo.

Quante volte hai desiderato un programma in grado di convertire in testo le lunghe e, talvolta, noiose, "note audio" di Whatsapp?

La soluzione arriva direttamente dalla stessa applicazione di messaggistica istantanea: è nata infatti Speechless, una app italiana sia per Android che per iOS, capace di trasformare i messaggi vocali di WhatsApp in testi scritti, una maniera decisamente intelligente per ri-educare le persone. Ci sono situazioni - sui mezzi pubblici, ad esempio, ma anche in un locale affollato o in sala riunioni - in cui ascoltare una nota audio può essere piuttosto difficile.

Speechless, questo il nome dell'app, supporterà in partenza dieci lingue, tra le quali l'italiano, il russo, lo spagnolo, il tedesco, il portoghese e, chiaramente, l'inglese.

L'unico vero limite di Speechless è rappresentato dalla lunghezza dei messaggi in entrata: nella sua versione gratuita, infatti, l'applicazione è in grado di digerire note non più lunghe di 15 secondi. Ecco, questa è la nota stonata, utilizzatori incuranti del rispetto degli altri, che allegramente conversano e ascoltano messaggi vocali ad alto volume dove non si dovrebbe. Cliccando, quei file verranno caricati nel cloud di Speechless (equipaggiato con un algoritmo di riconoscimento vocale) e trascritti in pochi secondi. Speechless, come l'app Textr che è però disponibile solo su Android, prova a risolvere questo problema.

Altre Notizie