Sabato, 17 Novembre, 2018

L'ora dello shopping: ecco i saldi estivi 2017

Al via i saldi estivi 2017 In arrivo i saldi estivi 2017, ecco i consigli su come evitare le fregature
Esposti Saturniano | 01 Luglio, 2017, 02:26

6 - Controllate sempre l'etichetta per valutare se spendere qualcosa in più per avere un capo con una qualità più alta: le fibre naturali sono ovviamente più costose, ma anche più appetibili e durature nel tempo. Spesso si tratta, infatti, di merce non nuova o prezzi gonfiati per invogliare l'acquisto. Inoltre, chiariscono i finanzieri, il negoziante è obbligato a sostituire l'articolo difettoso anche se dichiara che i capi in vendita durante i saldi non si possono cambiare. Come in molti hanno già sperimentato e come denuncia oggi Codacons, secondo cui le "vendite di fine stagione a prezzi scontati sarebbero già partite in un negozio su tre in tutta Italia".

Si stima che saranno 9,4 milioni le famiglie propense ad acquistare a saldo (circa il 38% del totale), circa il 14,6% in più rispetto allo scorso anno nonostante la capacità di acquisto resti ancora piuttosto compromessa dalla crisi. "L'unica raccomandazione sempre valida per evitare spiacevoli sorprese, in un periodo che vede l'apertura "straordinaria" di negozi e negozietti- conclude Confesercenti Brindisi- è quella di affidarsi ai negozi di fiducia, quelli con una storia ed una professionalità certificata".

Anche il Codacons, il coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti, consiglia di accertarsi che le vendite siano di fine stagione e che i prezzi non siano stati gonfiati prima di applicare la percentuale relativa allo sconto per i saldi estivi 2017. Eviterete di mangiarvi le mani. Cercate di avere le idee chiare sulle spese da fare prima di entrare in negozio: sarete meno influenzabili dal negoziante e correrete meno il rischio di tornare a casa colmi di cose, magari anche a buon prezzo, ma delle quali non avevate alcun bisogno e che non userete mai. Ricordate: il riprezzamento in eccesso del prezzo originale del prodotto da parte dei commercianti costituisce una violazione della legge.

La cuccagna quest'anno potrebbe essere più scarna del solito.

"Non acquistate nei negozi che non espongono il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato". Il prezzo deve essere inoltre esposto in modo chiaro e ben leggibile.

Attenzione che i prodotti a saldo siano dell'anno in corso e non delle stagioni degli anni passati! La merce in saldo deve essere separata in modo chiaro dalla "nuova". Provarsi i vestiti invece dovrebbe essere sempre garantito al cliente ma non c'è un obbligo formale da parte del negoziante. "Il consiglio è di diffidare dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati", precisa comunque il Codacons.

Altre Notizie