Mercoledì, 26 Giugno, 2019

Banche venete, Intesa Sp: Contratto annullato se si modifica decreto

Banche venete Intesa Sp Contratto annullato se si modifica decreto Banche venete, il Governo approva il decreto per il salvataggio. Ci costa 5 miliardi
Esposti Saturniano | 28 Giugno, 2017, 03:52

La Banca d'Italia ha nominato i commissari liquidatori della Banca Popolare di Vincenza e Veneto Banca.

Il *Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministro dell'economia e delle finanze Pier Carlo Padoan, ha approvato un decreto legge che introduce disposizioni urgenti per la liquidazione coatta amministrativa di *Banca Popolare di Vicenza S.p.a. *e di *Veneto Banca S.p.a. *e per garantire la continuità del sostegno del credito alle famiglie e alle imprese del territorio. Serviranno 5,2 miliardi di soldi pubblici. Insomma, tutti i rischi sono per i cittadini italiani e tutti i vantaggi e i guadagni sono delle banche. Mi pare che nessuna delle due posizioni sia razionale - conclude il Ministro - La prima perché sarebbe da scellerati rischiare di innescare una crisi finanziaria mentre finalmente l'economia riprende a un ritmo dignitoso, per quanto ancora insoddisfacente. "Lo Stato mette a disposizione subito risorse a Banca Intesa per un totale 4,785 milioni in termini di anticipo di cassa, relativi a operazioni necessarie per mantenere la capitalizzazione e il rafforzamento patrimoniale di Banca Intesa a fronte dell'acquisizione di queste banche venete". Peraltro, a titolo di ristoro per i piccoli risparmiatori detentori di obbligazioni subordinate emesse dalle due banche, Intesa Sanpaolo stanzierà complessivamente 60 milioni di euro, che includono un importo come proprio intervento in aggiunta alla quota parte prevista del contributo del sistema bancario. Il consigliere delegato e ceo dell'istituto, Carlo Messina', ha sottolineato che l'operazione "consentira' di mettere in sicurezza oltre 50 miliardi di risparmi affidati alle due banche e di tutelare 2 milioni di clienti, di cui 200.000 aziende operanti in aree tra le più dinamiche del Paese". Quanto ottenuto da questa attività, permetterà alle banche venete di ottemperare al pagamento dei creditori.

Altre Notizie